WALL STREET: NASDAQ AFFOSSATO DALLE VENDITE

26 Gennaio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street contrastata e a due velocita’, con il Dow Jones positivo, anzi a mala pena in pareggio, S&P 500 in rosso con una perdita non forte, e il Nasdaq che invece ha chiuso molto male la seduta, con un tonfo del 2,3% e perdite molto accelerate proprio nell’ultima mezz’ora (il che non promette nulla di buono per domani). I tecnologici sono stati trascinati in giu’ dai cali di blue-chips di settore, quali Qualcomm (QCOM) e Yahoo! (YHOO).

(VEDERE CHIUSURE INDICI DOW JONES, STANDARD & POOR’S E NASDAQ IN PRIMA PAGINA)

Gli Industrials sono stati l’indice in forma migliore, oggi, ma solo grazie alla buona perfomance di 3M (MMM), dopo che la societa’ ha annunciato utili migliori rispetto alle aspettative; e sopratutto grazie all’ottima performance di tutti i titoli del settore finanziario, agevolati dal forte calo dei tassi sul mercato obbligazionario.

Solidi rialzi, infatti, si sono registrati per le regine del settore, con in prima linea American Express (AXP) che non solo beneficia del ribasso dei saggi, ma ha anche annunciato uno split azionario.

(Il titolo del Tesoro Usa a 30 anni ha registrato un forte aumento dei prezzi, a 94,06, il che ha fatto calare il rendimento al minimo delle ultime due settimane, il 6,58%).

In questo scenario, dunque, bene anche J.P. Morgan (JPM), in rialzo di oltre 3 punti; la banca ha beneficiato pure della nomina di un nuovo dirigente al vertice che si occupera’ di mergers & acquisitions sul fronte europeo (dove Wall Street si aspetta il grosso degli affari nei prossimi due-tre anni). In denaro anche Chase Manhattan (CNB) e gli altri titoli dei principali gruppi bancari.

Un discreto movimento si e’ notato sulle azioni della banca d’affari Morgan Stanley Dean Witter (MDW), che dopo la fine della seduta renderanno operativo uno split di 2 a 1.

Sono finite in netto calo, invece, una serie nutrita di blue chips, tra cui McDonald’s (MCD) che ha perso fino al 6% a un certo punto, per aver mancato di uno solo centesimo le stime di profitto degli analisti.

Hanno accusato cali tra i titoli a largo flottante: Coca-Cola (KO), tutta la pattuglia del settore informatico con in testa Hewlett-Packerd (HP), Compaq Computer (CPQ), Ibm (IBM) e Nortel Network (NT).

Deboli inoltre Philip Morris (MO) e Walt Disney (DIS), quest’ultima per le prese di profitto dopo i rialzi di ieri. E’ calata pure America Online (AOL). In pesante ridimensionamento sul fronte high-tech del NYSE, Emc Corporation (EMC).

Al Nasdaq, oltre al forte calo di Qualcomm (QCOM) (vedere su RICERCA NOTIZIE articolo: QUALCOMM CROLLA NONOSTANTE GLI OTTIMI RISULTATI), che ha affossato l’intero indice per la perdita del tocco magico del titolo d’oro dell’anno scorso, si sono fatti notare i ridimensionamenti di una pattuglia nutrita di bei nomi del settore tecnologico, tra cui Intel (INTC), Microsoft (MSFT), Cisco (CSCO) e Dell (DELL).

Molti hedge funds hanno poi venduto a piene mani Amgen (AMGN), dopo che il titolo del settore bio-tech ha annunciato utili migliori rispetto alle aspettative, ma un rallentamento della crescita in futuro.

Sul fronte delle poche aziende brillanti del Nasdaq, in una seduta che ha preso una piega negativa soprattutto nell’ultima mezz’ora, si e’ messa in luce E-Bay (EBAY): la societa’ di aste online ha sorpreso il mercato riportando un utile di 4 centesimi ad azione, cioe’ il doppio rispetto sia al risultato dello scorso anno, sia alle stime preannunciate dagli analisti.

Un’azione su cui si sono accentrati gli scambi e’ stato JDS Uniphase (JDSU), che annuncera’ gli utili in serata, a borsa chiusa. Le stime parlano di 16 centesimi, piu’ del doppio rispetto ai 7 di un anno fa.

Ma ecco la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York Stock Exchange (dati delle 15:40) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure digitando i simboli dei singoli titoli su QUOTAZIONI INTERATTIVE):

(CPQ) Compaq Computer Corporation 37,246,400 29.375 -1.625 -5.24%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 21,914,900 55.750 +0.063 +0.11%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 17,090,300 21.000 -0.938 -4.27%;

(TYC) Tyco International Ltd. 12,982,800 39.250 +3.250 +9.03%;

(MCD) McDonald’s Corporation 13,584,100 35.250 -4.563 -11.46%;

(AOL) America Online, Inc. 13,439,300 60.125 -1.125 -1.84%;

(KO) Coca-Cola Company 11,055,800 62.813 -3.063 -4.65%;

(EMC) EMC Corporation 10,797,800 110.000 -10.000 -8.33%;

(NT) Nortel Networks Corporation 9,858,100 99.938 -8.938 -8.21%;

(DIS) Walt Disney Company 8,933,100 36.750 -0.750 -2.00%.

Ed ecco la lista dei 10 titoli piu’ trattati al Nasdaq (dati delle 15:30) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare le chiusure digitando i simboli dei singoli titoli su QUOTAZIONI INTERATTIVE):

(QCOM) QUALCOMM Incorporated 63,875,400 125.438 -23.563 -15.81%;

(WCOM) MCI WorldCom, Inc. 24,540,400 41.813 -1.375 -3.18%;

(EPIC) Epicor Software Corporation 22,420,000 9.125 +2.656 +41.06%;

(ORCL) Oracle Corporation 20,955,300 55.813 -0.625 -1.11%;

(INTC) Intel Corporation 20,981,100 98.188 -3.375 -3.32%;

(MSFT) Microsoft Corporation 20,446,800 99.938 -2.875 -2.80%;

(BMCS) BMC Software, Inc. 18,149,100 39.688 -4.000 -9.16%;

(DELL) Dell Computer Corporation 15,460,600 41.063 -1.063 -2.52%;

(TLAB) Tellabs, Inc. 14,578,900 61.563 +2.063 +3.47%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 14,413,300 108.750 -3.375 -3.01%.