WALL STREET: MODERATO OTTIMISMO AL GIRO DI BOA

26 Marzo 2004, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ seduta i principali indici americani sono leggermente al di sopra della parita’. Il Dow Jones guadagna lo 0.31% a 10250 e il Nasdaq lo 0.21% a 1971.

Lo spunto al rialzo e’ arrivato dagli indicatori economici. Nel mese di marzo il dato sulla fiducia dei consumatori redatto dall’Universita’ del Michigan e’ salito a quota 95.8 dai 94.4 punti di febbraio. Il consensus degli analisti era per un valore di 93.5.

E’ tuttavia rallentata la crescita delle Spese al Consumo e del Reddito Personale. A febbraio i due dati hanno registrato un incremento rispettivamente piatto (la variazione piu’ bassa da settembre) e dello 0.2% (a gennaio era +0.3%).
A contribuire al moderato ottimismo dei mercati sono poi le notizie su fusioni e acquisizioni societarie, un segnale tipicamente bullish per i mercati azionari.

La seconda catena di supermercati Usa, Albertson’s, ha annunciato che aquistera’ il gruppo Shaw’s, azienda sussidiaria della britannica J. Sainsbury, per $2.5 miliardi.
Il colosso Internet Yahoo prelevera’ il sito e-commerce Kelkoo per 475 milioni di euro e Staples prevede di rilevare la britannica Globus Office World PLC per 32.5 milioni di sterline ($59.1 milioni).

Sugli altri mercati, da segnalare il notevole progresso dell’oro, favorito dalle preoccupazioni sul terrorismo e dalle attese di crescita dell’inflazione. Al New York Mercantile Exchange, il future con scadenza aprile si e’ spinto fino a $424, ai massimi dal 14 gennaio.

I titoli di Stato cedono terreno per la terza seduta consecutiva: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 3.81%. Il dollaro, infine, e’ in progresso sull’euro, con il cambio tra le due valute a 1.2135.