WALL STREET: LE SMALL CAP RESISTONO IN NERO

17 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Alla soglia di meta’ giornata di contrattazioni sulla piazz di New York, tutti i principali indicatori delle borse Usa sono in perdita sulla scia del Nasdaq. In positivo soltanto le societa’ a bassa capitalizzazione del Russell 2000.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

Tra i principali titoli in movimento a meta’ giornata a Wall Street:

Nel settore industriale, Maytag Corp. (MYG), il terzo produttore di elettrodomestici degli Stati Uniti, ha invitato i propri azionisti a respingere l’offerta dei canadesi di TRC Capital Corp. definendola “del tutto inadeguata”. Il titolo guadagna oltre lo 0,5%.
(Vedi Industria: Maytag sulle barricate)

Nel settore automobilistico, DaimlerChrysler (DCX) ha confermato venerdì che il tedesco Dieter Zetsche, capo del settore veicoli commerciali del gruppo, rimpiazza John Holden alla guida di Chrysler. Il titolo perde quasi il 2,5%.
(Vedi DaimlerChrysler: Zetsche rimpiazza Holden ~ Previsioni: DaimlerChrysler, attese altre perdite ~ Rumors: DaimlerChrysler rinuncia a Chrysler ~ Chrysler in crisi: costi alti e poca innovazione)

Nel settore delle telecomunicazioni, BellSouth (BLS) perde quasi il 12,5%. La societa’ prevede per il prossimo anno una crescita degli utili del 7%-9%, contro le precedenti aspettative del 13%-15%. Il titolo, che ha chiuso giovedi’ a $49,25 e’ sceso a $45,13 nel dopo-borsa.

Nel settore informatico, VA Linux (LNUX) guadagna quasi l’ 8%. La societa’ ha chiuso il suo primo trimestre fiscale con una perdita di 15 centesimi per azione, in linea con le aspettative degli analisti; nello stesso periodo dello scorso anno le perdite erano state di 27 centesimi per azione. Il fatturato e’ cresciuto del 278% sull’anno a quota $56 milioni.

Nel settore alimentare, Starbucks Corp. (SBUX) ha chiuso il suo quarto trimestre con un utile operativo di 22 centesimi per azione, in linea con le aspettative degli analisti e in rialzo del 35% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il fatturato e’ cresciuto del 23% sull’anno a quota $582 milioni. La societa’ ha comunque registrato un onere straordinario di $58,8 milioni a causa dei forti investimenti nel settore Internet. Il titolo guadagna quasi il 2%.

Nel settore Internet, il governo cinese ha impedito a Verisign Inc. (VRSN) di registrare i suoi domini in Cina. Il titolo perde oltre il 10,5%.

Nel settore informatico, Dell Computer (DELL) ha vinto l’appalto per la fornitura alla Marina militare e al corpo dei Marines di un sistema di memorie di massa capace di 2.000 terabytes, ovvero 2 milioni di gigabytes. Il titolo perde nonostante cio’ oltre l’ 1,5%.

Nel settore dei semiconduttori, Merrill Lynch ha diminuito il rating di Kulicke & Soffa (KLIC) da “Accumulate” a “Neutral” ne ha ridotto le stime sugli utili. Il titolo perde quasi il 5,5%.

Nel settore dell’elettronica di consumo, il colosso europeo Royal Philips Electronics NV (PHG) ha siglato questa mattina l’accordo di acquisizione della divisione apparecchiature medicali dell’americana Agilent Technologies Inc. (A) per $1,7 miliardi. L’operazione produrra’ i primi effetti positivi sugli utili dopo la sua conclusione, prevista per la meta’ del 2001. Il titolo Royal Philips perde quasi lo 0,5%, mentre il titolo Agilent guadagna il 7,5%.