WALL STREET: LA LENTA DISCESA DEL NASDAQ

8 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo aver oltrepassato la soglia dei 2.200 punti il tabellone elettronico, nonostante la diffusa fiducia degli investitori per Cisco Systems (CSCO – Nasdaq), intraprende una lenta discesa verso il ribasso.

Il Nasdaq Composite oscilla ora sulla parita’ con un andamento altalenante.

Piu’ definito, invece, il quadro del Dow Jones che sconta le vendite su American Express (AXP – Nyse) e Wal Mart Stores (WMT – Nyse)

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina.

La ragione di questa virata prova a darla Ian Shepherdson, chief U.S. economist di High Frequency Economics: “i dati diffusi questa mattina sulla produttivita’ hanno dimostrato che il miracolo americano dell’alta produttivita’ grazie all’high tech e’ finito”.

La produttivita’ negli Stati Uniti si e’ attestata nel primo trimestre a -0,1%.

Nei tre mesi precedenti il dato segnava una crescita del 2,2%.

Il dato, in calo per la prima volta da sei anni a questa parte, era atteso dagli analisti di Wall Street in rialzo dell’1%.

Salito anche il costo del lavoro per unita’ (+5,2%), il tasso di crescita piu’ forte dal quarto trimestre del 1997.

Il dato – dicono gli analisti – rafforza la convinzione che la Federal Reserve tagli i tassi d’interesse di almeno 50 punti base in occasione del prossimo meeting, in agenda il 15 maggio.

Il colpo di grazia finale tuttavia l’ha dato il secondo dato congiunturale della giornata, quello relativo alle scorte di magazzino aumentate a Marzo dello 0,1%.

Cattiva anche la performance delle vendite all’ingrosso calate dell’1,3%, il calo piu’ consistente dal gennaio 1996.

Secondo alcuni analisti, i dati, incontrando le previsioni di Wall Street, non dovrebbero incidere sui mercati.

Tuttavia hanno contribuito a innescare vendite su un titolo pesante del Dow Jones quale Wal Mart Stores (WMT – Nyse), attivo nella grande distribuzione.

Nel frattempo, anche Cisco che fino a pochi minuti fa era stato il salvatore del listino tecnologico, grazie all’up grading di Morgan Stanley, subisce un brusco rallentamento degli acquisti dopo un downgrading di Gruntal & Co.

La maretta nel Dow Jones riceve un ulteriore impulso oltre che da Wal Mart Stores, anche da American Express (AXP – Nyse).

Quest’ultima sconta un downgrading di Morgan Stanley da “outperform” a “neutral” a causa delle cattive previsioni del mercato delle carte di credito.