WALL STREET: L’OTTIMISMO RITORNA SULL’HIGH TECH

6 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il sole sembra essere ritornato a splendere questa mattina sul Nasdaq Composite che a circa un’ora dalla soglia di meta’ giornata di contrazzioni a New York segna un rialzo di oltre l’1,5%, ad un soffio da quota 2.700 punti.

L’ottimismo degli investitori e’ riuscito anche a contagiare l’indice Dow Jones che, dopo un’avvio di seduta in negativo, azzera le perdite e si porta sulla strada dei guadagni superando quota 11.000.

Verifica aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

Il settore high tech beneficia questa mattina delle buone performance nel settore delle fibre ottiche dopo che il dipartimento di Giustizia americano ha dato il via libera alla fusione da circa $18 miliardi tra JDS Uniphase (JDSU – Nasdaq) e SDL Inc. (SDLI – Nasdaq).

A influire positivamente sul Nasdaq e’ anche il colosso Cisco Systems (CSCO – Nasdaq) il cui annuncio sui dati di bilancio relativi al quarto trimestre e’ atteso dopo la chiusura dei mercati.

“I recenti commenti dell’amministratore delegato del primo produttore di infrastrutture per le telecomunicazioni indicano che la societa’ ha assunto un atteggiamento piu’ cauto – si legge su una nota di Merrill Lynch alla clientela – La societa’ e’ in grado di chiudere l’ultimo trimestre dell’anno in linea con le attese ma dovra’ rivedere in negativo le stime sul fatturato”.

La banca d’affari prevede crescita zero per le vendite nel trimestre che si conclude ad Aprile, la performance peggiore negli ultimi sei trimestri.

Sui listini in generale stanno mostrando una tendenza al rialzo il settore delle infrastrutture per le telecomunicazioni, semiconduttori, edilizia, personal computer, intrattenimento, software, giocattoli, bevande alcoliche.

In calo invece il settore dell’oro, prodotti per l’ufficio, bancario e servizi petroliferi.