WALL STREET: L’ATTENZIONE E’ CONCENTRATA SULLA FED

di Redazione Wall Street Italia
9 Agosto 2005 19:21

*Marco Bonelli, Managing Director di Raymond James, e’ molto conosciuto tra gli investitori istituzionali e i trader italiani. I suoi commenti quotidiani di meta’ seduta sull’andamento della Borsa Usa (comprese le indicazioni di trading operativo e le posizioni rialziste) non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

La sessione di oggi si e’ aperta in denaro ed il rialzo sta continuando tuttora. Il prezzo del greggio e’ in ribasso di $0.24 a $63.70 al barile.

Al momento, l’indice Dow Jones e’ in rialzo di 76 punti a 10613, Nasdaq sta guadagnando 11 punti a 2175 e l’S&P500 e’ in denaro di 8 punti a 1231.
Positive le performances dei settori finanziari, biotecnologia, software, semiconduttori e trasporti; in ribasso invece linee aeree.
L’indice VIX si trova al livello di 12.28. L’indice ”advance/decline” sta facendo registrare una lettura di +700. I volumi sul NYSE sono di 612 milioni di titoli scambiati.

Ieri, il Dow ha chiuso a quota 10536.93, in ribasso per la terza sessione consecutiva. Cio’ che ci preoccupa sono l’andamento dell’indice “advance/decline” che sta mostrando debolezza relativa e della tecnologia che e’ in linea con il resto del mercato.

TRADING OPERATIVO:

Questa mattina la nostra posizione su AU si trova in lettera dello 0.5%.

DA QUI ALLA CHIUSURA:

Questo pomeriggio alle 14:15, Greenspan annuncera’ la decisione su un eventuale ulteriore rialzo dei tassi di interesse. Inoltre, questa sera dopo la chiusura, Cisco Systems (CSCO) pubblichera’ i risultati trimestrali.

Domani mattina, sara’ pubblicato il dato macro sul budget del Tesoro.

POSIZIONI RIALZISTE:

YHOO (APERTA IL 13/12 A $37.65; CHIUSA IL 19/7 A $37.90; PERF +0.66%)

USNA (APERTA IL 21/3 A $45.0; CHIUSA IL 19/7 A $46.96; PERF +4.36%)

AU (APERTA IL 7/4 A $35.12; ATTUALE $35.0; PERF -0.34%)

BORSA: NEW YORK; INDICI IN RIALZO IN ATTESA FED/ANSA

ROMA, 9 ago – Il mercato azionario statunitense sembra oggi deciso a rialzare la testa, in attesa delle decisioni di politica monetaria della Federal Reserve che dovrebbe rialzare il costo del denaro per la decima volta di fila, al 3,5%.

Ad incoraggiare il listino è stato in particolare il dato relativo alla crescita del 2,2% della produttività nel secondo trimestre, leggermente superiore alle attese, con il costo del lavoro che per di più ha registrato un incremento di appena l’ 1,3%, con questo dissipando eventuali timori inflazionistici.

Alla luce di queste indicazioni, gli operatori di Borsa cominciano ad intravedere la conclusione delle reiterate manovre di rialzo dei tassi di riferimento da parte della banca centrale. A dare una mano alla Borsa ci ha pensato inoltre il petrolio, che oggi ha leggermente frenato rispetto ai massimi toccati ieri, pur in presenza di una situazione sempre di massima allerta sul fronte dei prezzi.

C’é infine attesa per due trimestrali di primo piano, quelle di Cisco Systems e di Disney, che saranno diffuse dopo la chiusura degli scambi. Fra i singoli titoli, Cisco sale di 29 cents, a 19,54 dollari, in vista appunto dell’ appuntamento con i conti del quarto trimestre fiscale, con gli analisti che si aspettano una crescita del 16% dell’ utile, a 1,6 miliardi di dollari. Quanto a Disney, avanza di 56 cents, a 25,97 dollari, in quanto la previsione in questo caso è di una crescita dei profitti nell’ ordine del 33% a 803,1 milioni di dollari.

Molto bene stanno andando poi due titoli del settore farmaceutico. Biogen sale del 9,3% a 42 dollari, mentre Elan guadagna addirittura il 17% a 9,32 dollari. Entrambe le aziende nei mesi scorsi hanno registrato un tonfo delle quotazioni, per via del ritiro dal mercato di un trattamento, il Tysabri, considerato responsabile di effetti collaterali. Nel comparto Internet, Expedia, la maggiore agenzia di viaggi online, è in crescita di 45 cents, a 22,95 dollari, nel primo giorno di quotazione dopo lo spin-off, cioé lo scorporo, da IAC/InteractiveCorp che fa capo al miliardario Barry Diller.

Fra i titoli minori, di rilievo la performance di Ruth’s Chris Steak House, la catena di ristoranti che sale di 2,61 dollari, a 20,61 dollari, anche in questo caso nella giornata di esordio sul mercato. Decisamente positiva inoltre Sonus Networks, uno dei maggiori venditori di servizi per computer, +59 cents, a 5,28 dollari, dopo aver riportato un utile per azione di quattro cents, il doppio rispetto ad un anno fa.

Nel comparto auto forte recupero di Delphi, in ‘odore’ di bancarotta, che guadagna 47 cents, a 5,5 dollari, dopo che General Motors ha comunicato di stare valutando la richieste di aiuto finanziario che il leader mondiale della componentistica ha rivolto alla sua ex casa madre per uscire dalle attuali difficoltà.

Fra le compagnie aeree, ancora una caduta per Delta Airlines, che lascia sul terreno il 12% a 1,96 dollari, in quanto un analista di Merrill Lynch ha tagliato la valutazione sul titolo al livello di ‘sell’, cioé vendere.

Attorno alle 18.40 ora italiana l’ indice Dow Jones guadagna lo 0,71% a 10.612,09 punti, il Nasdaq composite lo 0,53% a 2.175,89 e lo S&P 500 lo 0,66% a 1.231,15.