WALL STREET: INDICI SU, DOPO TRE GIORNI DI RIBASSO

19 Novembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

Prima parte di seduta in lieve rialzo per gli indici americani, che sono riusciti a riprendere la via dei guadagni dopo tre giornate consecutive di perdite.

Il Dow Jones avanza dello 0,45% a quota 9667, l’S&P500 segna +0,41% a 1038 e il Nasdaq e’ in progresso dello 0,46% a 1890 punti.

Al moderato buonumore del mercato hanno contribuito sia le notizie dal fronte societario che le novita’ dagli indicatori economici. La conglomerata industriale General Electric ha annunciato che nel 2004 collochera’ in borsa con un mega Ipo alcune delle sue divisioni attive nei business assicurativo e mutui ipotecari.

Proseguono inoltre le operazioni di fusione: il broker Charles Schwab acquistera’ la societa’ di ricerca finanziaria Soundview Technology. Valore dell’operazione: $317 milioni in contanti. In buon rialzo il colosso dei PC Hewlett-Packard, che pubblichera’ i risultati trimestrali questa sera dopo la chiusura della borsa.

Sul fronte macro-economico, ancora segnali di solidita’ dal mercato immobiliare. Nel mese di ottobre i nuovi cantieri edili sono saliti del 2,9% a quota 1,960 milioni di unita’, il livello piu’ elevato dal 1986.

Passando agli altri mercati, sono in rialzo i titoli Stato, contro il rendimento sul Treasury a 10 anni al 4,4149% dal 4,167% della chiusura di ieri. In calo la quotazione dell’oro, dopo la corsa culminata questa notte sui mercati asiatici ed europei, dove il prezzo ha superato i $400 all’oncia: non accadeva dal 1996. Sulla piazza di New York il prezzo spot del metallo giallo cede $1,50 a $395,20.

In ribasso anche il petrolio, con il future con scadenza dicembre che cede 28 centesimi a $33 al barile. Il dollaro, infine, ha parzialmente recuperato terreno nei confronti dell’euro, dopo aver raggiunto i minimi storici nella giornata di ieri: il cambio tra le due valute al momento e’ a quota 1,1914 (da Target News, in tempo reale per gli abbonati a INSIDER).