WALL STREET: INDICI IN ROSSO AL GIRO DI BOA

29 Gennaio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Proseguono al ribasso le borse trascinate da alcune stime sconfortanti sugli utili e dal forte calo di Tyco International (TYC – Nyse) sull’S&P 500. In controtendenza semiconduttori, farmaceutici e retail.

E sul mercato c’e’ incertezza per l’attesa della decisione della Federal Reserve – in meeting da oggi – sui tassi d’interesse, che verra’ annunciata mercoledi’ alle 20:15 (14:15 ora di New York).

Verificare aggiornamento in TEMPO REALE in prima pagina

A trascinare in calo il Dow Jones, le stime del gigante delle bevande analcoliche Coca-Cola (KO – Nyse), che ha registrato nel quarto trimestre profitti in linea con le attese ma che ha tagliato le previsioni sugli utili per il 2002.

In calo di oltre il 16% sull’S&P500 il titolo del conglomerato Tyco International (TYC – Nyse) sulle preoccupazione di alcuni problemi contabili.
Sembra infatti che il gruppo non abbia misurato accuratamente la crescita dei profitti.
Tyco, inoltre, secondo quanto riporta il Wall Street Journal, avrebbe sborsato un totale di $20 milioni a uno dei direttori esterni in cambio del suo aiuto nel mettere a segno l’acquisto da $10 miliardi del gruppo di prestiti CIT Group Inc lo scorso anno.

Nonostante la trimestrale abbia battuto le stime di mercato, il conglomerato Honeywell (HON – Nyse) e’ in calo dopo aver annunciato che nel breve termine incontrera’ alcune difficolta’.

Male anche i petroliferi. In particolare, ChevronTexaco (CVX – Nyse), la seconda societa’ petrolifera americana dopo Exxon (XOM – Nyse), e’ in ribasso dopo i risultati poco confortanti relativi al quarto trimestre del 2001.

Cede anche il titolo del provider di servizi della comunicazione Level 3 Communications(LVLT – Nasdaq) nonostante abbia superato le stime degli analisti sugli utili.

Non riesce a sostenere gli indici il dato sulla fiducia dei consumatori in gennaio comunicato dal Conference Board che si e’ rivelato superiore alle previsioni degli analisti.

Buono anche il dato sugli ordini ai beni durevoli , che in dicembre
ha registrato un aumento del 2%, mentre il mercato aspettava un incremento dell’1,8%.

Positive invece le performance dei semiconduttori grazie al colosso dei chip Texas Instruments (TXN – Nyse), che lunedi’ a chiusura dei mercati ha annunciato vendite migliori delle aspettative per il primo trimestre. Merrill Lynch ha prontamente alzato il giudizio sul titolo.

“Potremmo aver gia’ visto il peggio per l’industria dei semiconduttori”, ha dichiarato Ben Rogoff, broker per il gruppo d’investimento Aberdeen Asset Management. Secondo il broker, infatti, gli utili di Texas Instruments dimostrano che la spesa per la tecnologia sta risalendo la china.

Sulla scia di TXN, guadagnano Xilinx (XLNX – Nasdaq), Vitesse Semiconductor (VTSS – Nasdaq), LSI Logic (LSI – Nyse), STMicroelectronics (STM – Nyse).

Occhi puntati sul colosso farmaceutico Merck & Co. (MRK – Nyse) in forte rialzo dopo aver dichiarato che intende collocare sul mercato parte della sua divisione Medco prima dell’estate 2001 e completare lo spinoff entro 12 mesi.

Bene anche il settore retail dopo che Wal-Mart Store (WMT – Nyse) ha annunciato vendite in crescita per l’ultima settimana.

In rialzo anche il titolo della società di telefonia mobile AT&T Wireless (AWE – Nyse), una delle maggiori degli Stati Uniti, che ha raggiunto le stime sugli abbonamenti nel quarto trimestre.

Per avere piu’ dettagli sui TITOLI CALDI che stanno movimentando la sessione odierna clicca sulla sezione INSIDER, che trovi sul menu in cima alla pagina. Abbonati subito!