WALL STREET: INDICI ANCORA DEBOLI AL GIRO DI BOA

10 Novembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ seduta gli indici azionari americani hanno aumentato le perdite, condizionati ancora dall’atteggiamento piu’ prudente degli operatori dopo il forte rally di ottobre.

Il Dow Jones cede lo 0,38% a 9772, l’S&P500 lo 0,32% a quota 1049 e il Nasdaq lo 0,69% a 1954 punti.

In assenza di dati macroeconomici, le notizie piu’ rilevanti oggi sono arrivate dal comparto tecnologico. In particolare, le banche d’affari hanno espresso maggiore cautela sul settore dei semiconduttori ma sono piu’ ottimiste sulle prospettive dei titoli hardware.

In evidenza oggi IBM, che guadagna piu’ del 2% spinta da una recensione positiva di un settimanale Usa. In calo, invece, Intel, nonostante un upgrade da parte di JP Morgan. Dei trenta titoli del Dow Jones, 21 si trovano in territorio negativo, con Hewlet-Packard a condurre la lista dei ribassi.

Passando al reddito fisso, hanno ridotto i guadagni i titoli di Stato, con il rendimento sul Treasury a 10 anni al 4,44% dal 4,45%. In forte crescita l’oro, il cui prezzo spot e’ in aumento di $3,80 a $386,30 all’oncia. Il future sul petrolio con scadenza dicembre e’ a quota $30,96 al barile (+$0,11), dopo essersi spinto fino a $31,29. Sui mercati valutari, il cabio del dollaro con euro e yen e’ rispettivamente a 1,1500 e 108,02 (da Target News, in tempo reale per gli abbonati a INSIDER).