WALL STREET IN RIBASSO NELL’ATTESA DEL BEIGE BOOK

12 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Nell’attesa del Beige Book (il rapporto della Fed sulle condizioni dell’economia Usa) che sara’ reso noto alle 20 (le 14 ora di New York), gli investitori continuano a tartassare con le vendite gli indici Usa, depressi dai continui timori sulla ripresa dei profitti societari.

Il Dow Jones, dopo un recupero durato il tempo di un’ora, accentua i ribassi e sfonda quota 9.500. Di nessun aiuto la buona performance del titolo dei prodotti di largo consumo Procter & Gamble (PG – Nyse) che, dopo aver confermato le stime sul quarto trimestre fiscale, e’ stato premiato da una nota positiva di Merrill Lynch . Sul listino dei titoli industriali cede Ibm (IBM – Nyse). Il titolo ha toccato il livello minimo dal novembre del 1998 dopo la nota negativa di Sanford Bernstein.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Il Nasdaq accusa la debolezza dei semiconduttori (SOX ) e le perdite dei software (GSO ) e dei titoli infrastrutture Internet (NWX). L’indice e’ depresso dai cali di Siebel Systems (SEBL – Nasdaq) e di Juniper Networks (JNPR – Nasdaq).

Entrambe le societa’ hanno alimentato i timori sulla ripresa dei profitti societari. E dura e’ stata la reazione delle banche d’affari, con Morgan Stanley che ha bastonato il rating di Juniper e Goldman Sachs che ha tagliato le stime sui risultati di Siebel .

A livello settoriale

Forte calo per i titoli internet (DOT ), sulla scia delle perdite di Aol-Time Warner (AOL – Nyse), che ha toccato il livello minimo dall’ottobre del 2001. Sull’indice incide anche la performance di Juniper Network (JNPR – Nasdaq). Aol deprime anche Yahoo! (YHOO – Nasdaq) e Amazon.com (AMZN – Nasdaq).

In flessione il settore biotech (BTK ) che nella seduta di ieri si e’ rivelato maglia nera tra i comparti, cedendo piu’ dell’8%. E la ripresa e’ ora ostacolata dal calo di Imclone (IMCL – Nasdaq), dopo la notizia relativa all’arresto dell’ ex amministratore delegato , confermata dalla Sec, la Consob americana.

Deboli i semiconduttori (SOX ). Si mette tuttavia in luce il colosso dei microprocessori Advanced Micro Devices (AMD – Nyse), le cui stime sono state riviste al rialzo dalla banca d’affari Prudential . Notizie negative, invece per Nvidia (NVDA – Nasdaq), dopo il commento negativo di RBC Capital .

In calo infrastrutture Internet (NWX ), che accusano le notizie poco confortanti relative a Juniper Networks (JNPR -Nasdaq). Male Cisco (CSCO – Nasdaq) e Nortel (NT – Nyse).

Male il settore software (GSO)sulla scia di Siebel Systems (SEBL – Nasdaq),. Male Adobe (ADBE – Nasdaq), Bea Systems (BEAS – Nasdaq) e Novell (NOVL – Nasdaq). La nota positiva di SG Cowen su Veritas Software (VRTS – Nasdaq)non aiuta il titolo.

Negativi i wireless (YLS ), che non accolgono con favore la nota positiva su Nokia (NOK – Nyse), premiata con un buy dalla banca d’affari Dresdner . E neanche le dichiarazioni positive di Motorola (MOT – Nyse) fungono da elemento di traino. Cedono Palm (PALM – Nasdaq)e Ericsson (ERICY – Nasdaq).

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER. Abbonati subito!