WALL STREET IN RIALZO, BENE ECONOMIA, INFLAZIONE OK

25 Maggio 2006, di Redazione Wall Street Italia

*Marco Bonelli, Managing Director di Raymond James, e’ molto conosciuto tra gli investitori istituzionali e i trader italiani. I suoi commenti quotidiani di meta’ seduta sull’andamento della Borsa Usa (comprese le indicazioni di trading operativo e le posizioni rialziste) non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

La sessione di oggi si e’ aperta in denaro. Il dato macro sul prodotto interno lordo e’ stato rivisto al 5.3%.Regions Financial e AmSouth hanno confermato il mereger per $10 miliardi. Bank of America ha alzato le stime di Wal-Mart (WMT). Yahoo! (YHOO) ed eBay (EBAY) hanno annunciato un’alleanza pubblicitaria. Il prezzo del greggio e’ tornato al di sopra dei $70 al barile.

Al momento, l’indice Dow Jones e’ in denaro di 67 punti a 11184, il Nasdaq guadagna 16 punti a 2186 e l’S&P500 e’ in rialzo di 9 punti a 1267.
L’indice “advance/decline” sta facendo registrare una lettura di -1000.
L’indice VIX e’ al livello di 15.77.
Possitive le performances dei settori automobili, oro, metalli e vetro; in ribasso invece grandi magazzini, servizi di telecomunicazione mobile e cartacei.
I volumi sul NYSE sono di 780 milioni di titoli scambiati.

TRADING OPERATIVO:

Questa mattina, entrambe le nostre posizioni si trovano in rialzo: SSTI +2% e FILE +0.04%.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

DA QUI ALLA CHIUSURA:

Domani mattina, saranno pubblicati i dati macro sul reddito/spese personali e sul “sentiment” dell’Universita’ del Michigan.

POSIZIONI RIALZISTE:

SSTI (APERTA IL 29/12 A $5.16; ATTUALE $3.94; PERF. –23.64%)

FILE (APERTA IL 25/1 A $27.35; ATTUALE $26.03; PERF -4.83%)

BORSA: WALL STREET SALE CON PIL E INFLAZIONE;SU EBAY,GM/ANSA

Wall Street marcia al rialzo trainata dall’accelerazione del PIL Usa al ritmo più veloce da due anni e mezzo, mentre l’inflazione non sembra destare preoccupazione allontanando il rischio di ulteriori aumenti dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve.

A spingere i listini, anche i guadagni di Gm per il secondo giorno consecutivo, i rialzi di Mastercard al suo debutto in borsa, e gli upgrading incassati da Wal-Mart e da EBay con quest’ultima premiata in particolare dall’accordo di partnership con Yahoo. Il Pil statunitense del primo trimestre è stato rivisto al rialzo al 5,3%, in base alla seconda stima, dal +4,8% della prima rilevazione.

E’ la crescita più marcata dal terzo trimestre 2003, mentre l’inflazione appare sempre sotto controllo: l’indice sui prezzi al consumo al netto di alimentari ed energia – che tradizionalmente si accompagna agli altri dati sul pil ed è strettamente monitorato dalla Fed per le sue decisioni sui tassi – nel primo trimestre si è attestato sul 2%, da +2,9% degli ultimi tre mesi 2005. Tra gli altri dati Usa diffusi oggi, la conferma del raffreddamento del mercato immobiliare, con le compravendite di case esistenti in calo del 2% a 6,76 milioni di unità.

Tra i singoli titoli, brilla Ebay (+7,1% a 32,35 dollari) dopo l’accordo di partnership sottoscritto con Yahoo per combinare i business di pubblicità on line e di pagamento elettronico e difendersi dalla concorrenza del gigante Google. A sua volta Google perde 6,81 dollari a 374,44 dollari.

Bene Gm in rialzo del 6%, a 28 dollari, dopo le indiscrezioni riportate dal Detroit News secondo cui il programma di esodi incentivati ha già ottenuto l’adesione di 20.000 lavoratori, vale a dire con un mese di anticipo rispetto a quanto previsto dalla casa automobilistica. Corre Mastercard, che al suo esordio in borsa registra rialzi del 15% a 44,2 dollari. Sale anche Wal-Mart (+1,09 dollari a 49,12 dollari) dopo che BanK of America ha promosso il titolo a “buy” da “neutral”. Tra i finanziari, perdono terreno Regions Financial (-10 cents a 35,43 dollari) e AmSouth (-6 cents a 28,84 dollari) dopo l’annuncio della fusione da 10 miliardi di dollari.

Attorno alle 19 ora italiana, il Dow Jones sale dello 0,45% a 11.167,43 punti; il Nasdaq composite è in progresso dello 0,71% a 2.184,65 punti e lo S&P 500 avanza dello 0,67% a 1.267,01 punti.