WALL STREET: IN NETTO RIALZO, DOPO IL DATO SUL LAVORO

5 Maggio 2006, di Redazione Wall Street Italia

Avvio in forte rialzo per i listini Usa, sostenuti dal dato macro sull’occupazione che ha attenuato i timori di uno spingimento del ciclo rialzista sui tassi oltre le attese.. Il Dow Jones e’ in rialzo dello 0.61% a 11508, l’S&P500 dello 0.65% a 1320, il Nasdaq in progresso dello 0.74%, a quota 2341.

Nel mese di aprile sono stati creati 138 mila nuovi posti di lavoro nel settore non agricolo. Il dato e’ risultato inferiore alle attese degli analisti che erano per una crescita di 200 mila unita’. Il tasso di disoccupazione e’ rimasto invariato al 4.7%.

Gli operatori hanno accolto il risultato con entusiasmo, in quanto potrebbe indurre la Federal Reserve ad una vicina pausa sulle strette creditizie avviate nel giugno 2004 e che, con ogni probabilita’, continueranno anche nel meeting della prossima settimana, in cui il costo del denaro verra’ alzato al 5%.

Per la cronaca societaria, la societa’ d’investimento capeggiata da Warren Buffet, il secondo uomo piu’ ricco del mondo, potrebbe finire sotto i riflettori in vista del meeting annuale, che si terra’ domani, sui futuri piani strategici dell’azienda.

Sul fronte degli utili, la societa’ farmaceutica Medco Health Solutions ha riportato risultati in linea con le stime, mentre hanno deluso i numeri dell’operatore di casino’, Ameristar Casinos. Nettamente superiori alle attese, invece, i risultati del gruppo produttore di gas naturale El Paso, il cui titolo e’ schizzato di quasi il 10% nei primi minuti di scambi.

Il focus sara’ anche sul comparto immobiliare, in seguito al taglio di previsioni effettuato da Toll Brothers sulle vendite del 2006 e al calo, pari al 32%, degli ordinativi trimestrali.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, in netto recupero i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ passato dal 5.15% al 5.085%. Guadagna terreno il greggio, dopo due sessioni consecutive in forte calo. I contratti con consegna giugno segnano un progresso di 47 centesimi a $70.41 al barile. Continua ad avanzare l’oro. I futures con consegna giugno sono saliti a quota $682.50 all’oncia (+$6.00). Sul valutario, euro sempre piu’ forte rispetto al dollaro a quota 1.2743.