WALL STREET IN FORTE RIALZO, VINCE L’OTTIMISMO

4 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

In una giornata iniziata nel peggiore dei modi, l’ottimismo riesce alla fine ad avere la meglio e a prendere per mano i mercati portandoli in territorio positivo.

Nasdaq e Dow Jones riescono cosi’ a chiudere in rialzo una settimana non facile a causa della pioggia di cattive notizie congiunturali.

Significativo il colpo di coda del tabellone elettronico che ha chiuso le contrattazioni oltre il 2%.

Verificare chiusure ufficiali in prima pagina

Dopo il NAPM di martedi’ e i sussidi di disoccupazione diffusi giovedi’, il dato di questa mattina sul tasso di disoccupazione sembrava dare il colpo di grazia a un mercato che gia’ si era illuso di un pronto recupero dell’economia statunitense.

Qualche brivido lungo la schiena degli operatori era corso in apertura di Wall Street quando Nasdaq e Dow Jones scendevano rispettivamente a 2,089 e 10,673 punti.

Dopo aver toccato il fondo della giornata, i mercati hanno poi pero’ virato al rialzo.

Un segnale, questo, dell’ormai stabilizzato sentiment positivo.

“Oramai c’e’ una certa fiducia tra gli operatori”, ha sottolineato John Forelli di Independence Investment Associates.

“Questi dati rappresentano delle brutte notizie, non c’e’ dubbio, ma non e’ la fine del mondo”,
sdrammatizza Bill Cheney di John Hancock Financial.

“L’immediata reazione dei mercati e’ da imputarsi al timore di molti operatori sulla relativa efficacia del taglio dei tassi operato dalla Federal Reserve nel corso dell’anno”, ha spiegato Rex Nutting di Cbs Marketwatch.com.

In favore di un ripristino della fiducia degli investitori ha contibuito la convinzione di un pronto intervento anti recessione della Federal Reserve.

Se da un parte infatti i preoccupanti dati macroeconomici disegnano un quadro non proprio idilliaco dell’economia americana, dall’altro lato sono proprio questi fattori di debolezza a rinforzare le speranze di un ulteriore, nonche’ immediato, taglio dei tassi da parte dell’istituto guidato da Alan Greenspan.

“Dopo questi dati stiamo rivedendo le nostre previsioni e riteniamo che l’economia potrebbe ora inizare a essere considerata in recessione”, ha affermato Bruce Steinberg di Merrill Lynch.

Al tempo stesso, Steinberg e’ convinto tuttavia che sara’ proprio grazie a questo inaspettato dato sulla disoccupazione che che si creeranno i presupposti per ulteriori tagli ai tassi d’interesse.

Tra i titoli che oggi hanno strappato rialzi d’eccezione sulle borse americane:

1) CENIT Bancorp (CNIT – Nasdaq) +59,85%;
2) Antares Pharma (ANTR – Nasdaq) +58,69%;
3) SmartDisk (SMDK Nasdaq) – +40,00%;
4) VA Linux System (LNUX – Nasdaq) +36,36%;
5) Caldera System (CALD – Nasdaq) +29,41%.

I ribassi si sono invece particolarmente accaniti contro:

1) Rambus (RMBS – Nasdaq) -19,56%;
2) Digital Video System (DVID – Nasdaq) -19,31%;
3) Learningstar (LNRS – Nasdaq) -19,05%;
4) Checkers Drive-in Restaurants (CHKRZ – Nasdaq) -18,52%;
5) Supergen (SUPGZ – Nasdaq) -18,38%.

Tra i principali titoli in movimento a Wall Street:

Nel settore internet:

Excite.com, il noto portale della compagnia internet statunitense, [email protected] (ATHM – Nasdaq) rischia la chiusura. In borsa sta ha guadagnato quasi il 3,5%.
(Vedi Internet: [email protected] chiude il portale?)

Nel settore finanziario:

Credit Suisse First Boston (CSGKY – Nasdaq) sta pianificando il prossimo licenziamento di circa 200 dipendenti della divisione ‘investment banking’; lo ha riportato questa mattina il canale televisivo Bloomberg, citando fonti vicine alla societa’. Oggi e’ in perdita dello 0,5%.
(Vedi CSFB si prepara a licenziare 200 banchieri)

Nel settore largo consumo:

Procter & Gamble (PG – Nyse)
chiude la seduta senza variazioni di rilievo. Ha comunicato il prossimo acquisto di Clairol, la divisione di prodotti per capelli di Bristol-Myers Squibb (BMY – Nyse)

Nel settore elettronica industriale:

La Securities and Exchange Commission (Sec), l’ente federale di vigilanza sui mercati azionari, ha aperto un’inchiesta su Raytheon Co. (RTNA – Nasdaq) per far luce su alcune pratiche fraudolente di contabilita’. La societa’ sta guadagnando circa lo 0,5%.
(Vedi SEC: aperta un’inchiesta su Raytheon co. )

Nel settore chip:

Rambus (RMBS – Nasdaq) ha intenzione di portare in appello la causa contro Infineon Technologies (IFX – Nyse) dopo che un giudice federale aveva ritirato le accuse mosse da Rambus sostenendo che nessuna frode era stata commessa. Rambus, dopo essere stato sospeso nel pomeriggio, ha chiuso la seduta in calo di oltre il 19,5%. Infineon invece conquista piu’ del 5,25%
(Vedi Chip: Rambus porta in appello infineon )
(Vedi anche BORSA: Rambus sospeso dalle contrattazioni )