WALL STREET IMBOCCA LA STRADA DEI RIALZI

29 Maggio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Dopo l’incertezza mostrata nella prima fase di scambi, gli indici americani sono riusciti ad imboccare la strada dei rialzi ed al giro di boa si muovono in territorio positivo. Il Dow Jones guadagna lo 0.59% a 12668, l’S&P500 lo 0.67% a 1400, il Nasdaq sale +0.83% a 2507. I dati macro sono risultati in linea con le attese, e la revisione al rialzo del Pil del primo trimestre e’ stata accolta con tono positivo degli operatori. “Finche’ restiamo sopra lo 0.5% possiamo evitare di parlare di recessione” ha annunciato Marc Pado, strategist di Cantor Fitzgerald.

Nessuna sorpresa dunque dal rilascio dei dati macro avvenuto nel preborsa. Sia l’aggiornamento sul Pil
che quello sul mercato del lavoro hanno infatti sostanzialmente rispettato le attese. Il dato rivisto sul Prodotto Interno Lordo ha mostrato una crescita allo 0.9% dallo 0.6% della lettura preliminare, le richieste di sussidio sono cresciute a 372 mila unita’.

A sorprendere sono stati invece i numeri sulle scorte di petrolio, nettamente inferiori alle attese degli analisti. Il dato ha registrato nell’ultima settimana un calo di oltre 8 milioni di barili; le stime non prevedevano alcuna variazione. Dopo aver attuato un recupero di forza subito dopo la comunicazione dei dati, arrivando a sfiorare i $133, il greggio ha ripreso a cedere terreno ed al momento tratta nuovamente in calo. Al giro di boa i futures con scadenza luglio segnano un ribasso di $2.90 a $128.13 al barile.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sul fronte societario, tra le aziende che diffonderanno i risultati trimestrali in giornata si distingue il produttore di computer Dell (DELL). “Riteniamo ci siano le basi per assistere ad una comunicazione favorevole da parte del colosso informatico” ha affermato Peter Dixon, economista di Commerzebank. “Cio’ potrebbe avere un effetto positivo sull’intero comparto tecnologico”. Il titolo e’ in progresso dello 0.23%.

Nel settore aereo, novita’ nelle trattative di merger tra United Airlines (UAUA) e U.S. Airways (LCC): gli amministratori delegati di entrambe le compagnie si incontreranno per continuare a discutere sulla fattibilita’ dell’operazione. Entrambi i titoli sono in buon progresso. Nel comparto auto, General Motors (GM) ha annunciato un nuovo taglio dei costi a causa delle deboli vendite di autocarri sul suolo americano. Tra i titoli minerari, riflettori su Rio Tinto (RTP): il colosso britannico ha affermato che entro il 2022 la domanda per i propri metalli risultera’ doppia rispetto agli attuali livelli.

A livello settoriale le migliori performance sono segnate dai comparti: Education Services +6.1%, IT Consulting & Services +5.3%, Wireless Services +3.3%, Computer & Electronics +3.0%, e Investment Banking & Brokerage +2.8%. Tra i piu’ forti ribassi: Diversified Metals & Mining -3.9%, Coal & Consumable Fuels -3.2%, Oil & Gas Drilling -2.8%, Gold -2.6%, e Steel -2.2%

Alle 12.15 EDT il volume di scambio e’ di 477 milioni di pezzi al NYSE e 548 milioni al Nasdaq. I titoli in rialzo contro quelli in ribasso sono 1801 a 1147 al Nyse e 1712 a 962 al Nasdaq. I nuovi massimi contro i nuovi minimi delle ultime 52 settimane sono: 19 a 12 al NYSE e 25 a 22 al Nasdaq.

parla di questo articolo nel Forum di WSI