WALL STREET: IL NASDAQ TRASCINA IL MERCATO

12 Novembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

Ottimo rialzo della borsa americana, grazie alle prospettive di guadagno delle aziende e alle stime per i prossimi trimestri relative al settore dei titoli tecnologici.

Sul finale di seduta sono intervenute le ricoperture degli operatori (molti) che erano short, colti di sorpresa per il cambiamento di direzione degli indici dopo tre sedute consecutive di ribasso; e cio’ ha provocato un’accelerazione sia del rialzo che dei volumi.

L’indice Dow Jones e’ salito dell’1.14% a quota 9848, lo S&P 500 ha avuto un rialzo dell’1.14% a 1058, mentre il Nasdaq Composite e’ salito del 2.19%, a quota 1973. I titoli del settore computer hanno contribuito a un terzo del rialzo.

Tra le migliori perfomance vanno registrate quelle di Computer Sciences (+8,4%), che ha fatto da volano all’intero settore hi-tech, e inoltre Lexmark International (+4,28%), dopo una raccomandazione della UBS AG. Bene anche Intel (+2.07%), Advanced Micro Devices (+8.76%) e Applied Materials (+2.17%), tutte in fibrillazione e alle prese con forti ordini buy grazie a un rapporto della società di ricerche Gartner, secondo la quale le vendite mondiali di chip per computer saliranno del 20% il prossimo.

In crescita – ma solo sul finale di scambi – i farmaceutici, con Merck, progredita dello 0.6% nonostante abbia annunciato l’ interruzione dello sviluppo di un farmaco antidepressivo importante, e Pfizer, avanzata del 2.2%.

Sotto i riflettori il settore automobilistico, con una buona crescita di General Motors, salita dell’1.6% dopo aver annunciato che esporterà migliaia di auto in Cina nei prossimi due anni per un valore di 1,3 miliardi di dollari. Clamorosa la performance di Ford Motor, in crescita del 6.09%, nonostante l’agenzia di rating Standard & Poor’s abbia deciso il declassamento del debito (un record mondiale: $180 miliardi) solo un gradino al di sopra del livello di ‘junkbonds’, cioe’ spazzatura, con una bocciatura a ‘BBB-‘(per i particolari, vedere Titoli Caldi e Target News, in tempo reale per gli abbonati a INSIDER).