WALL STREET: IL NASDAQ TORNA SOTTO QUOTA 2.000

15 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dalla chiusura delle contrattazioni sulle borse USA, continua il momento felice degli indici, con il Nasdaq che si porta sotto la soglia dei 2.000 punti, ma continua a guadagnare oltre l’1%

Ancora in rialzo il Dow Jones che beneficia del buon momento dei titoli finanziari e delle ottime prestazioni di AT&T, Microsoft e Intel.

Verificare aggiornamento indici in tempo reale in prima pagina.

A sostenere i titoli del settore finanziario, i piu’ colpiti dal crollo di mercoledi’, sono le notizie arrivate questa mattina dal Giappone, dove il ministro delle Finanze, Kiichi Miyazawa, ha proposto la costituzione di un fondo d’investimento con denaro pubblico per sostenere le istituzioni finanziarie in crisi.

Una proposta che ha allontanato in parte le preoccupazioni per lo stato di salute delle banche nipponiche, che avevano contribuito a scatenare un’ondata di vendite sui titoli finanziari di Wall Street.

“La proposta di Miyazawa da’ un’opportunita’ a quegli investitori che puntano sui titoli di aziende orientate all’esportazioni, specialmente del settore tecnologico”, commenta Masatsugu Nakagawa, senior portfolio manager di Kokusai Asset Management.

Sui listini in generale stanno mostrando una tendenza al rialzo il settore telecomunicazioni, infrastrutture per le telecomunicazioni, pc, software, biotecnologico, utility, brokeraggio, costruzioni edili, acciaio, alluminio, trasporto aereo, grande distribuzione, bancario.

In calo invece il settore oro, ferroviario, giocattoli, bevande analcoliche, aerospaziale, farmaceutico, controllo inquinamento, alimentare, tabacco, estrazione petrolifera, beni di largo consumo.