WALL STREET: IL NASDAQ SI INDEBOLISCE

1 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

A poco meno di due ore dalla chiusura delle contrattazioni a New York, il tabellone elettronico del Nasdaq, pur mantenondosi in territorio positivo, si riavvicina alla soglia di parita’, mentre l’indice delle Blue Chip consolida i guadagni della giornata.

(verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina)

Una raffica di numeri ha animato la mattinata di contrattazioni di una seduta tradizionalmente fiacca, quella che precede il lungo week-end del Labor Day, la festa del Lavoro negli Stati Uniti; lunedi’ prossimo infatti tutti i mercati osserveranno una giornata di riposo.

Ecco le cifre: la disoccupazione e’ salita in agosto al 4,1% contro il 4% di luglio; le costruzioni di nuove case sono scese in luglio dell’1,6% mentre l’indice dei respondabili acquisti ripiega a quota 49,5 in agosto.

La conclusione e’ chiara: la corsa dell’economia americana sta rallentando. Il mercato del lavoro si raffredda. Nessuna spinta inflazionistica all’orizzonte.

La Federal Reserve, che per riportare la crescita Usa a un passo sostenibile non ha esitato a portare il costo del denaro al 6,5% con sei strette consecutive negli ultimi 12 mesi e minacciato ulteriori aumenti, puo’ ben dirsi soddisfatta.

Sui listini sono in rialzo il settore petrolifero, reti di comunicazione, telecomunicazioni.

Perdono il settore alimentare, finanziario, grande distribuzione e trasporti.