WALL STREET: IL MERCATO IN CERCA DI UN TREND

6 Novembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta fiacco per i listini americani, nonostante i segnali incoraggianti arrivati dal mercato del lavoro.

Il Dow Jones cede lo 0,19% a quota 9802 e l’S&P500 perde lo 0,17% a 1.050 punti, mentre il tecnologico Nasdaq guadagna lo 0,13% a 1961 punti, spinto dai buoni risultati trimestrali di Cisco Systems.

Il colosso networking ha battuto le aspettative degli analisti su utili e fatturato e ha offerto un outlook positivo sui prossimi trimestri. L’indice del comparto, l’Amex Networking Index (NWX), e’ ai massimi di 20 mesi.

In lieve progresso anche i titoli retail, con numerose aziende del settore che oggi hanno pubblicato i risultati sulle vendite di ottobre.

Dal fronte economico, molto positivo il dato sulle nuove richieste dei sussidi di disoccupazione, che la settimana scorsa sono scese a 348 mila unita’ (minimo di 34 mesi). In forte crescita, inoltre, la produttivita’ dei lavoratori Usa, che nel terzo trimestre e’ cresciuta al tasso piu’ sostenuto degli ultimi 18 mesi (+8,1%).

Passando al reddito fisso, soffrono i titoli di Stato, con il rendimento sul Treasury a 10 anni salito al 4,40% dal 4,35% di ieri. Il dollaro si e’ rafforzato nei confronti di euro e yen: i cambi con le due valute sono rispettivamente a 1,1429 e 110,10. Cede inoltre terreno l’oro, con il prezzo spot sceso a $380,80 all’oncia (-$1,30).

Ed e’ in progresso, infine, il prezzo del petrolio, stabile sopra la soglia dei 30 dollari: il future con scedenza dicembre segna +0,23 a $30,53.