WALL STREET: I TITOLI CHIAVE DEL 7 SETTEMBRE

7 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Questi i titoli di rilievo che hanno mosso i mercati americani nella giornata di venerdi’ 7 settembre:

Nel settore elettronica di consumo:

Circuit City Stores Inc. (CC – Nyse) ha annunciato che il fatturato relativo al secondo trimestre e’ sceso del 21% a causa del ridimensionamento della produzione. CC ha registrato una flessione del 21,70%.

UTILI: CIRCUIT CITY PREVEDE PERDITE

Nel settore farmaceutico:

Pfizer (PFE – Nyse) ha perso il 3,71%, secondo alcune voci di mercato.
Vedere anche sezione RUMORS

che trovate sul menu in cima alla pagina.

Nel settore finanziario:

Citigroup (C – Nyse), in crisi nei giorni scorsi per un black out a 2.000 bancomat di Citibank, dovra’ anche pagare $20 milioni per sistemare un’indagine investigativa avviata dal procuratore generale del North Carolina tesa a verificare la presunta pratica ingannevole all’interno di Associated First Capital, societa’ specializzata nei prestiti, acquisita a novembre dal gruppo bancario. C sta perdendo l’1,61%.

CITIGROUP: $20 MLN PER ACCORDO EXTRAGIUDIZIARIO

Morgan Stanley (MWD – Nyse) potrebbe trovarsi a fronteggiare una causa legale per discriminazione sessuale, in seguito alla citazione in giudizio da parte di una trader di bond, licenziata dal gruppo finanziario lo scorso ottobre 2000. MWD e’ calato del 2,78%.

USA: MORGAN STANLEY ACCUSATA DI DISCRIMINAZIONE

Nel settore industriale :

Jack Welch, amministratore delegato di General Electric (GE – Nyse), ha abbandonato oggi ufficialmente la societa’ e lascia le redini a Jeff Immelt. GE cala oggi del 2,07%.

GENERAL ELECTRIC DICE ADDIO A JACK WELCH

Nel settore informatico :

Dell (DELL – Nasdaq) ha dichiarato venerdi’ che non realizzera’ aquisizioni per guadagnare quote di mercato come hanno appena fatto le rivali Hewlett-Packard e Compaq, ma che considerera’ accordi con grandi imprese atti a sostenere ed incrementare le vendite. DELL ha conquistato lo 0,23%.

DELL: NESSUNA MERGER PER AUMENTARE QUOTE

Moody’s Investors Service, societa’ di ricerca finanziaria, ha modificato le stime dei rating di Agilent Technologies Inc. (A – Nyse) da “stable” a “negative”. Tale stima deriverebbe da un calo della domanda sui prodotti dell’azienda. A e’ calato del 2,50%.

Xilinx (XLNX – Nasdaq) ha guadagnato lo 0,92%, secondo alcune voci di mercato.
Vedere anche sezione RUMORS

che trovate sul menu in cima alla pagina.

Nel settore infrastrutture:

Lehman Brothers ha ridotto le stime sui profitti di Novellus Systems (NVLS – Nasdaq) – da $1,41 a $1,27 per l’anno fiscale 2001 e da $1,55 a 40 centesimi per il 2002 – e di Applied Materials (AMAT – Nasdaq) da $1,75 a 50 centesimi per l’anno fiscale 2002. NVLS ha perso l’1,94%mentre AMAT guadagna oggi lo 0,19%.

CHIP: LEHMAN RIDUCE STIME SU INFRASTRUTTURE

Nel settore Internet:

Le azioni Ebay (EBAY – Nasdaq) hanno ceduto dopo che la dot.com ha detto di voler immettere nuovi titoli sul mercato fino a un valore di $1 miliardo, in vista di una probabile acquisizione. EBAY ha chiuso in ribasso del 3,88%.

INTERNET: IL TITOLO E-BAY PERDE IL 5%

Nel settore semiconduttori:

Richard Templeton, direttore operativo di Texas Instruments Inc. (TXN – Nyse) ha dichiarato che nel terzo trimestre il volume delle vendite aumentera’ rispetto al trimestre precedente. TXN ha riportato una flessione del 2,67%.

Analisti ancora pessimisti sulle capacita’ di Intel (INTC – Nasdaq) di raggiungere gli obiettivi di bilancio per il terzo trimestre fiscale, nonostante giovedi’ sera la societa’ abbia sostanzialmente lasciato inalterate le proprie stime.INTC e’ oggi in ribasso dello 0,80%.

CHIP: INTEL NON SODDISFA GLI ANALISTI

Nel settore software:

Il dipartimento di Giustizia americano ha deciso giovedi’ di non richiedere lo smembramento di Microsoft (MSFT – Nasdaq), ma di cercare di porre un freno alla condotta anti-concorrenziale del colosso dei software. MSFT e’ calata dell’1,10%.
MICROSOFT: ANALISTI DIVISI SU FUTURO DEL TITOLO

Nel settore telecomunicazioni:

Cisco Systems (CSCO – Nasdaq) prevede che la debolezza del mercato delle telecomunicazioni e di Internet continuera’ per i prossimi 18 mesi. CSCO ha avuto una flessione dello 0,27%.

HIGH TECH: CISCO VEDE 18 MESI DI DEBOLEZZA

Nel settore wireless:

Nextel Communications (NXTL – Nasdaq) venerdi’ ha confermato che gli abbonamenti domestici e gli utili proforma nel terzo trimestre supereranno i risultati ottenuti nel secondo. NXTL ha conquistato il 5,57%.

UTILI: NEXTEL CONFERMA STIME 3º TRIMESTRE