WALL STREET: I PC SPINGONO IN RIALZO IL NASDAQ

15 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo mezz’ora di contrattazioni sulle borse USA, tutti gli indici sono in rialzo, trainati dal Nasdaq Composite che guadagna il 2,84%.

L’attenzione del mercato e’ tutta per il settore dei personal computer, dove questa sera, dopo la chiusura, Dell e Hewlett-Packard, due giganti del settore, pubblicheranno i risultati trimestrali.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

L’attesa per i risultati di Dell, assume ancora piu’ rilevanza, dopo le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, e solo in parte smentite dalla societa’, secondo cui il gigante texano dei PC si appresterebbe a tagliare 3.000 – 4.000 posti di lavoro (circa l’8% – 10% della propria forza lavoro).

Un indiscrezione confermata ad inizio settimana da Richard Gardner, analista della banca d’affari Salomon Smith Barney, che ha aggiunto benzina al fuoco, affermando che le sue fonti avevano confermato il taglio della forza lavoro da parte di Dell.

La banca d’affari ha inoltre rivisto al ribasso le stime di crescita del fatturato di Dell.

Secondo Salomon, nel 2001 i ricavi della societa’ texana dovrebbero crescere solo del 15%, contro una precedente stima del 20%.

Le attese che circondano il comparto dei pc hanno fatto passare in secondo piano le dichiarazioni di Alfred Broaddus, presidente della Fed di Richmond e membro del Federal Open Market Committee (FOMC).

Broaddus, che ha parlato in mattinata a Greensboro, ha ribadito il mantra del presidente della banca centrale USA, Alan Greenspan: l’economia sta andando meglio del previsto.

Il messaggio poteva essere interpretato dai mercati come una ragione per non tagliare ulteriormente i tassi di interesse USA, o, nel caso, tagliarli in miusra inferiore alle aspettative di alcuni operatori (0,5%); ma cosi’ evidentemente non e’ stato.

L’euforia per Dell e HP ha inoltre fatto passare in secondo piano il ‘downgrade’ di Prudential Securities su Amazon.

La societa’ di brokeraggio ha abbassato il suo rating da “hold” a “sell”, giudicando il titolo sopravvalutato. Prudential ha indicato in $6-$10 la giusta valutazione del titolo.

Sempre sul fronte macroeconomico, dopo la diffusione del dato sui prezzi import/export, e’ atteso a minuti l’indice della Fed di Philadelphia, un’altra misura importante sullo stato dell’economia americana.

Dall’indice giungeranno segnali sull’andamento dei prezzi, il trend del mercato del lavoro e lo stato dell’industria manifatturiera.

Sui listini in generale stanno mostrando una tendenza al rialzo il settore delle fibre ottiche, semiconduttori, biotecnologico, software, telefonia e Internet.

In calo invece il settore farmaceutico, chimico, cartario, utility e energetico.

Tra i principali titoli in movimento in mattinata a Wall Street:

Nel settore minerario:

Il gruppo minerario che controlla il mercato dei diamanti De Beers (DBRSY – Nasdaq), ha consigliato ai propri azionisti di accettare l’offerta di $43,17 per azione, un premio del 31%, da parte di un consorzio capitanato da Central Holdings, Anglo American (AAUK – Nasdaq) and Debswana Diamond. Se gli azionisti di De Beers accetteranno l’offerta di oltre $17 miliardi, il titolo De Beers sarà assorbito dagli acquirenti e poi cancellato dal listino. Il titolo De Beers guadagna quasi il 3,75%, mentre il titolo Anglo American guadagna quasi lo 0,25% .
(Vedi Acquisizioni: Anglo American compra De Beers)

Nel settore delle infrastrutture di rete:

Ciena (CIEN – Nasdaq), uno dei principali costruttori di infrastrutture di rete, ha annunciato risultati per il quarto trimestre superiori alle aspettative, rivedendo al rialzo le previsioni di vendita per il 2001. Il titolo guadagna oltre il 13,5%.
(Vedi Utili: Ciena sopra le aspettative, futuro positivo)

Nel settore informatico:

C’e’ grande attesa per i risultati del quarto semestre di Dell (DELL – Nasdaq), uno dei principali produttori di personal computer degli Stati Uniti, dopo varie indiscrezioni e le preoccupazioni sul suo stato di salute. I dati verranno comunicati oggi, dopo la chiusura dei mercati di Wall Street. Il titolo guadagna il 3%
(Vedi Dell: oggi gli utili tra grandi preoccupazioni)

Nel settore e-commerce:

Il titolo Amazon (AMZN – Nasdaq) perde oltre il 3%, dopo che Prudential Securities ne ha ridotto il rating da “Hold” a “Sell”. Mark Rowen, l’analista che ha steso il rapporto sul piu’ grande supermercato online del mondo, giudica il titolo sopravvalutato. La societa’ sta registrando una lentissima crescita – ha detto Rowen – e il giusto valore del titolo si aggira tra $6 e $10 per azione.
(Vedi Internet: Amazon non piace a Prudential)