WALL STREET: GLI INDICI USA INVERTONO AL RIALZO

di Redazione Wall Street Italia
13 Giugno 2005 18:30

*Marco Bonelli, Managing Director di Raymond James, e’ molto conosciuto tra gli investitori istituzionali e i trader italiani. I suoi commenti quotidiani di meta’ seduta sull’andamento della Borsa Usa (comprese le indicazioni di trading operativo e le posizioni rialziste) non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

La sessione di oggi si e’ aperta in lettera, ma poco dopo i maggiori indici sono stati in grado di invertire tendenza. Il CEO di Morgan Stanley Philip Purcell ha annunciato oggi il suo ritiro.

Al momento, l’indice Dow Jones e’ in denaro di 59 punti a 10572, Nasdaq è in rialzo di 11 punti a 2074 e l’S&P500 sta guadagnando 6 punti a 1204.
Positive le performances dei settori software, Internet, software e servizi per la telecomunicazione mobile.
Le letture del rapporto “put-call” sono state del 104% alle 10:00 e 110% alle 11:00.

L’indice VIX si trova al livello di 11.45. L’indice ”advance/decline” sta facendo registrare una lettura di +600. I volumi sul NYSE sono di 478 milioni di titoli scambiati.

Dopo aver parlato venerdi’ dell’indice dei semiconduttori SOX, vorremmo oggi prendere in considerazione l’indice energetico di Philadelphia OSX (Philadelphia Oil Services Index) che ha chiuso a quota 142.49. Se consideriamo il grafico settimanale dell’OSX, possiamo notare che l’indice e’ salito all’interno dell’area compresa tra 141 e 146. Tornando indietro al 1997, tale area aveva fornito un forte livello di resistenza che aveva interrotto il rialzo dell’indice. Siamo ora dell’opinione che se l’OSX riuscisse a rompere al rialzo tale limite (146) potrebbe estendere il rialzo e trainare anche gli altri maggiori indici.

TRADING OPERATIVO:

Questa mattina, tutte le nostre posizioni si trovano in territorio positivo. YHOO sta guadagnando l’1.6%, CHK e’ in rialzo dell’1%, mentre USNA, AU e MTE sono in denaro dello 0.5% circa.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

DA QUI ALLA CHIUSURA:

Domani mattina, saranno pubblicati i dati macro sulle vendite al dettaglio e sull’indice dei prezzi alla produzione.

POSIZIONI RIALZISTE:

YHOO (APERTA IL 13/12 A $37.65; ATTUALE $37.40; PERF –0.66%)

CHK (APERTA IL 17/3 A $22.35; ATTUALE $21.72; PERF –2.82%)

USNA (APERTA IL 21/3 A $45.0; ATTUALE $42.60; PERF –5.33%)

AU (APERTA IL 7/4 A $35.12; ATTUALE $34.86; PERF –0.74%)

SLR (APERTA IL 18/5 A $3.55; CHIUSA IL 1/6 A $3.80; PERF +9.83%)

FCS (APERTA IL 23/5 A $14.26; CHIUSA IL 2/6 A $13.94; PERF –2.24%)

MTE (APERTA IL 7/6 A $6.58; ATTUALE $6.80; PERF +3.34%)