WALL STREET: FUTURES, SU HIGHTECH TORNA OTTIMISMO

8 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

A circa un’ora dall’apertura delle borse a New York i futures pur rimanendo in zona positiva, perdono qualche punto rispetto alla rilevazione precedente.

Dopo i pesanti rovesci della seduta di ieri, soprattutto nel settore tecnologico, i future sugli indici indicano un’inversione di tendenza nel sentiment del mercato.

Alle 14:30 (le 8:30 ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 2,6 punti (+0,19%).

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in rialzo di 11 punti (+0,45%).

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in rialzo di 3 punti (+0,03%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a $990,3 e rendimenti al 5,12%.

Qualche segnale positivo arriva proprio dal settore tecnologico, dove il gigante dei semiconduttori, Intel (INTC- Nasdaq) ha annunciato un accordo con Siemens per la fornitura di chip ai telefoni cellulari dell’azienda tedesca. L’accordo, della durata di tre anni, ha un controvalore di $3 miliardi di dollari.

Bene anche Electronic Data Systems (EDS – Nyse). La societa’ ha chiuso il quarto trimestre con un utile per azione in crescita del 15%, superando di due centesimi le stime degli analisti.

Nel settore della grande distribuzione, Wal Mart (WMT – Nyse), la piu’ grande catena di vendite al dettaglio, ha annunciato vendite in gennaio superiori del 13% rispetto allo stesso mese del 2000.