WALL STREET: FUTURE SUL DOW IN DISCESA

16 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’inizio delle contrattazioni a Wall Street, i future sugli indici sono ancora in forte calo.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 è in ribasso di 11,28 punti (-1,28%).

Il contratto sull’indice Nasdaq perde 5 punti (-1,60%).

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 142 punti (-1,60%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi in calo a 101,28 e rendimenti in rialzo al 4,63%.

I mercati Usa sembrano apprestarsi a cominciare la seduta odierna all’insegna delle vendite, depressi dalla continua debolezza del dollaro e nervosi in attesa del discorso, alle 16:00 (le 10:00 ora di New York), sulla politica monetaria e sull’economia che fara’ oggi Alan Greenspan, il presidente della Federal Reserve davanti al Senato a Washington.

Steve Young , senior market strategist di Banc of America Capital Management ha dichiarato che i fattori psicologici di sfiducia e i vari timori degli analisti stanno portando il mercato a livelli oltre il fair value”.

“Le oscillazioni termineranno nel momento in cui la ragione trionfera’ sull’irrazionalita’ e quando gli operatori concentreranno le attenzioni di nuovo sui fondamentali”, ha dichiarato Young, convinto inoltre che il fondo sia vicino.

Sul fronte societario, ieri e’ iniziata la settimana piu’ calda per gli utili societari: circa un terzo delle societa’ quotate all’S&P 500 e la meta’ di quelle appartenenti al Dow comunicheranno in questi giorni i risultati relativi al secondo trimestre. E gli investitori temono una nuova ondata di profit warning.

Numerose le societa’ che prima dell’apertura, hanno comunicato trimestrali al di sopra delle stime e che potrebbero quindi dare una spinta positiva agli indici: e’ il caso del colosso automobilistico General Motors (GM – Nyse), del del primo broker al mondo Merrill Lynch (MER – Nyse), della societa’ farmaceutica Johnson & Johnson (JNJ – Nyse), del gruppo wireless Nextel (NXTL – Nasdaq) e della compagnia aerea Continental (CAL – Nyse). NXTL guadagna oltre il 20% dopo l’annuncio del bilancio. In salita anche GM, in calo invece MER che, sebbene abbia battuto le stime per il trimestre passato, si e’ dichiarata cauta sul fatturato per il resto dell’anno.

Ha deluso le stime la trimestrale del colosso dei macchinari industriale e blue chip del Dow Jones Caterpillar (CAT – Nyse) che si e’ anche dichiarata cauta sulle prospettive del gruppo. Il titolo e’ in ribasso.

Dopo la chiusura saranno le trimestrali di Apple (AAPL – Nasdaq), Intel (INTC – Nasdaq), Motorola (MOT – Nyse), i2 Technologies (ITWO – Nasdaq).

In forte calo la conglomerata Tyco Internationa (TYC – Nyse) dopo che la banca d’affari Goldman Sachs ne ha tagliato il rating da ‘recommended List’ a ‘not rated’ citando le preoccupazioni di una nuova indagine da parte della Sec.

DIFESA(DFX)
In rialzo il colosso della difesa e una delle blue chip del Dow Jones Boeing (BA – Nyse) dopo che la banca d’affari Morgan Stanley ne ha alzato il giudizio da ‘underweight’ a ‘overweight’.

SOFTWARE (GOO)
Laura Conigliaro, analista della banca d’affari Goldman Sachs , si e’ dichiarata ottimista sulla performance del settore archiviazione dati e in particolare sui titolo EMC (EMC – Nyse), Brocade Communications (BRCD – Nasdaq), Emulex (ELX – Nyse) e Qlogic (QLGQ – Nasdaq). L’analista ha aggiunto che la stessa SunMicrosystems (SUNW – Nasdaq) ha buone possibilita’ di migliorare la funzione archiviazione dati.

Sul fronte macroeconomico, atteso alle 15:15 (le 9:15 ora di New York) il dato sulla produzione industriale di giugno.