WALL STREET FIACCATA
DAI TIMORI PER LA RIPRESA

3 Aprile 2003, di Redazione Wall Street Italia

Seduta all’insegna della cautela per i mercati americani, che dopo il poderoso rialzo delle contrattazioni di mercoledi’ si prendono una pausa di riflessione.

Il Nasdaq oscilla attorno alla soglia psicologica dei 1.400; il Dow si allontana dagli 8.300 punti testati nella giornata di ieri. In crescita la volatilita’, che al momento segna un progresso del 3%. In aumento anche i volumi di scambio.

L’incognita relativa alla durata del conflitto in Iraq porta gli indici a fare un passo avanti e uno indietro. Non aiutano le notizie provenienti dal fronte macroeconomico, dove l’Ism servizi di marzo e i sussidi di disoccupazione settimanali hanno entrambi deluso le attese.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

A tenere alla finestra gli investitori sono anche le preoccupazioni relative alla ripresa della spesa per l’IT, che non da’ segni di miglioramento. Alla luce delle incertezze sui fronti macroeconomico e geopolitico, la societa’ di ricerca IDC ha tagliato le stime sulla crescita degli investimenti nel 2003 dal 3,7% al 2,3%.

I COMMENTI DEGLI ANALISTI

“La stagione degli utili societari si avvicina – osserva Art Hogan, della banca d’affari Jefferies -. Di norma gli investitori hanno difficolta’ a scommettere sui mercati nella prima meta’ dell’anno, soprattutto quando gli indici nell’arco di quindici giorni incamerano un forte guadagno per poi ritracciare e tornare al punto di partenza. E oltre ai successi militari, gli operatori hanno bisogno di altri elementi che spingano agli acquisti, preferibilmente di elementi che diano maggiori certezze”.

Piu’ ottimista Al Goldman, di A.G. Edwards, secondo cui “il quadro macroeconomico migliorera’ con la risoluzione della crisi irachena. E prima o poi le aziende dovranno tornare a investire in nuove infrastrutture”.

“Se il conflitto dovesse terminare nell’arco di uno o due mesi, i mercati azionari potrebbero mettere a segno un rialzo del 10% o anche del 20% – afferma Han van Ree, di F. Van Lanschot Bankiers, intervistato da Bloomberg.com -. Non possiamo permetterci di tenerci fuori dal mercato in questo momento”.

ECCO COME LE SPERANZE DI UNA GUERRA BREVE E I TIMORI DI UN CONFLITTO PROLUNGATO HANNO MOSSO GLI INDICI USA

Dal 13 al 21 marzo gli investitori hanno scommesso su un conflitto di breve durata. In quell’arco temporale il Dow Jones ha messo a segno un guadagno di 1.000 punti.

Dal 24 marzo al 31 marzo i timori di una guerra prolungata, avvallati dalle dichiarazioni di Bush e dalla resistenza delle truppe irachene, hanno portato il Dow a cedere 500 punti.

Nelle sessioni del 1º e del 2 aprile sono tornate le speranze di una guerra breve. Il Dow Jones ha guadagnato 300 punti.

L’ANDAMENTO DI PETROLIO, DOLLARO E ORO

Torna a crescere il prezzo del greggio, che si attesta a $28,75 al barile.

Prosegue il calo dell’oro, che scivola sotto quota $324.

Il biglietto verde continua a recuperare terreno. Il rapporto euro/dollaro oscilla attorno a quota 1,07.

TITOLI E SETTORI IN MOVIMENTO

In progresso semiconduttori (SOX ), hardware (GHA ), software (GSO )e retail (DJ_RTS ).

In ribasso servizi petroliferi (OSX ), finanziari (DJ_FIN ), oro (GOX ) e farmaceutici (DRG).

Sul Dow Jones scende Johnson&Johnson (JNJ -Nyse), nonostante l’approvazione alla vendita del farmaco Remicade. Il titolo non riesce a beneficiare della notizia, complice la decisione di Morgan Stanley di abbassare il rating da “overweight” a “equal weight”. Debole American express (AXP – Nyse) dopo che Bear Stearns ha rivisto al ribasso le stime sugli utili per azione del 2003.

Sul Nasdaq e’ in denaro Ciena (CIEN -Nasdaq), che secondo gli analisti potrebbe centrare le stime sugli utili del primo trimestre. Bene anche il colosso informatico Dell (DELL – Nyse), che ieri, dopo la chiusura delle contrattazioni, ha confermato le previsioni su utili e fatturato. Tiene Cisco Systems (CSCO – Nasdaq), nonostante un report negativo di Salomon Smith Barney.

Per tutti i dettagli sui titoli che stanno movimentando la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER.