WALL STREET E DOLLARO STRAPPANO AL RIALZO, PETROLIO GIU’ A $115

8 Agosto 2008, di Redazione Wall Street Italia

Il petrolio scivola sotto i 116 dollari, perdendo in una sola giornata il 4%, e dà una spinta a Wall Street, trainata anche dalla volata del dollaro (con l’euro sceso sotto 1,50 dollari, ai minimi degli ultimi 5 mesi). Il Dow Jones chiude avanzando del 2,61% (299,62 punti) a 11.729,43 punti, il Nasdaq sale del 2,48% a 2.414,10 punti, mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso del 2,36% a 1.296,04 punti.

La brusca frenata delle quotazioni petrolifere e’ abbastanza inspiegabile, alla luce delle notizie di guerra tra Russia e Georgia (si parla di 1.400 morti in una zona come la Ossezia del Sud ricca di viadotti petroliferi).

Il calo del greggio comunque lancia i titoli ‘retail’ e dei trasporti che, con i loro guadagni, bilanciano le pesanti perdite di Fannie Mae. L’agenzia semigovernativa specializzata nei mutui, dopo essere arrivata a segnare ribassi del 18%, ha chiuso in calo del 9,35%v a 9,02 dollari. A pesare sono i risultati trimestrali peggiori del previsto. La società ha archiviato il secondo trimestre con perdite per 2,3 miliardi di dollari e ha annunciato un drastico taglio del dividendo da 25 a 5 cent, rafforzando i timori per la crisi immobiliare e del credito.

In settimana, la rivale di Fannie Mae, Freddie Mac (-0,03% a 5,89 dollari) aveva riportato una perdita tripla rispetto alle valutazioni degli analisti e in Borsa quest’ anno i titoli dei due gruppi hanno lasciato sul terreno circa l’ 80% a seguito anche di preoccupazioni crescenti circa la loro liquidità, nonostante il pacchetto di misure di sostegno varato dal Congresso.

In flessione anche Washington Mutual, -8,09% a 4,578 dollari. Fra i titoli finanziari salgono invece Morgan Stanley, +5,58% a 45,04 dollari, Merrill Lynch (+2,95% a 26,87 dollari), JpMorgan (+3,17% a 41,07 dollari), Bank of America (+2,32% a 32,25 dollari) e Wachovia (+4,73% a 17,39 dollari). Bene anche Gm e Ford, che prendono slancio dal calo delle quotazioni petrolifere e guadagnano rispettivamente il 2,87% a 10,03% e l’8,23% a 5,26 dollari. Sale Wal Mart, +1,58% a 57,86 dollari.