WALL STREET: DOW JONES STABILE SOPRA I 13000 PUNTI

25 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ giornata gli indici azionari americani trattano in rialzo spinti dall’incoraggiante dato macro sugli ordini di beni durevoli e dalle ultime trimestrali. Il Dow Jones e’ riuscito a superare per la prima volta nella storia la soglia psicologica dei 13000 punti, e al giro di boa segna un progresso dello 0.51% a 13020; l’S&P500 e’ in progresso dello 0.50% a 1487, il Nasdaq avanza dello 0.43% a 2535.

E’ significativo comunque notare che il Dow Jones rappresenta l’andamento di appena 30 titoli industriali. I 3200 titoli tecnologici del Nasdaq Composite sono ancora, come indice, circa a -50% rispetto ai massimi del marzo 2000. Meglio l’S&P500 a circa 40 punti dal top storico registrato il 24 marzo 2000 di 1527.46 punti.

In ogni caso la spinta iniziale a Wall Street e’ stata offerta dalla positiva lettura del dato sugli ordini di beni durevoli di marzo, avanzati del 3.4% oltre le attese degli analisti. Incoraggiante l’aumento della spesa capitale, per cui era stato stimato un riflesso negativo sul Pil del primo trimestre (dato preliminare in calendario il prossimo venerdi’).

A guidare al rialzo l’indice industriale e’ anche la buona trimestrale del colosso aerospaziale Boeing ([[BA]]) rivelatasi migliore delle attese. Tra gli altri componenti, Alcoa ([[AA]]) e’ schizzato del 6.20% dopo aver annunciato l’intenzione di vendere alcuni business (visita la sezione Titoli Caldi per i dettagli).

L’indice industriale ha impiegato sei mesi per passare dalla soglia dei 12000 punti a quella di 13000. Nel lasso di tempo indicato, a registarre le migliori performance sono stati Alcoa pr l’appunto, McDonald’s ([[MCD]]) e Honeywell ([[HON]]).

Supporto al resto del mercato dai numeri fiscali rilasciati nell’after hour di ieri dal colosso retail online Amazon.com ([[AMZM]]) che ha riportato utili piu’ che raddoppiati rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il titolo sale del 15% circa. Positiva anche la trimestrale del gigante delle bibite PepsiCo ([[PEP]]), del gruppo energetico ConocoPhillips ([[COP]]), e della societa’ leader negli utensili elettrici Black & Decker ([[BDK]]).

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, il petrolio tratta in leggero rialzo dopo che i dati settimanali sulle scorte hanno evidenziato un aumento delle riserve di greggio e un forte calo di quelle di benzina (i dettagli nella sezione Target News). Al momento i futures con consegna giugno segnano un rialzo di 36 centesimi a $64.94 al barile.

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro e’ stabile nei confronti del dollaro a quota 1.3648. Arretra di 80 centesimi l’oro a quota $686.90 all’oncia. In lieve calo i titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 4.64%.