Wall Street digerisce delusione Pil e archivia seduta in rialzo

25 Giugno 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) Wall Street si conferma in rialzi in chiusura mostrando di avere superato lo choc per il Pil Usa del primo trimestre, che ha segnato un calo di -2,9% (su base annuale). Secondo molti analisti, i mercati avevano già scontato il brutto dato che era stato rivisto al ribasso già due volte, mentre ci sarebbe ottimismo guardando al secondo trimestre.

A fine seduta, il Dow Jones avanza dello 0,30% a 16.868 punti, il Nasdaq cresce dello 0,68% a 4.380 punti e lo S&P 500 aggiunge lo 0,51% a 1.960 punti. Il petrolio ha terminato in positivo per la prima volta nelle ultime tre sedute: il contratto con consegna ad agosto è salito di 47 centesimi, lo 0,4%, a 106,50 dollari il barile.

Nel frattempo, i titoli di Stato americani chiudono in aumento con rendimenti in calo al 2,55% per il titolo decennale, benchmark del settore, e al 3,38% per il titolo trentennale. Sui mercati valutari, l’euro avanza a 1,3632 dollari e il biglietto verde perde terreno contro lo yen a quota 101,81.
dalla la revisione del

Sotto le attese anche il dato complessivo degli ordini di beni durevoli di maggio, che ha segnato un calo destagionalizzato dell’1% rispetto ad aprile. Lo ha reso noto il Dipartimento del Commercio. Si tratta del primo calo in quattro mesi. Le attese erano per ordini invariati.

Tra i titoli, Hanesbrands è in rialzo di oltre il 4% nel preborsa, dopo aver annunciato l’acquisizione della francese DBApparel da Sun Capital Partners, nell’ambito di un accordo che valuta la società da acquisire 400 milioni di euro, circa 7,5 volte l’Ebitda. Ims Health Holdings ha chiuso in rialzo del 5% circa ieri nel dopoborsa, dopo l’annuncio che acquisterà alcune divisioni da Cegedim per circa 520 milioni di dollari.
Enterprise Product Partners: Il Dipartimento del Commercio ha tolto il divieto sull’esportazione di alcuni prodotti petroliferi per Pioneer Natural Resources e a Enterprise Product Partners.