WALL STREET: DELUDE CATERPILLAR, VOLA GOOGLE

20 Ottobre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Apertura contrastata per gli indici americani. Alle buone trimestrali del comparto hi-tech fa da contraltare il deludente rapporto di Caterpillar ([[CAT]]) che alza timori sulle conseguenze del rallentamento economico. Il Dow Jones ([[INDU]]) cede lo 0.23% a 11984, l’S&P500 e’ invariato a 1366, il Nasdaq e’ in rialzo dello 0.13% a 2344.

Ieri il Dow Jones ([[INDU]]) ha chiuso per la prima volta sopra la soglia psicologica dei 12000 punti.

Nell’after hour di giovedi, il colosso Internet Google ([[GOOG]]) ha riportato risultati nettamente superiori alle attese degli analisti, con un raddoppio dei profitti e un incremento del 70% dei ricavi. Sulla societa’ sono piovuti gli aumenti del target price, tutti superiori alla soglia psicologica dei $500. In mattinata sono arrivati i numeri della farmaceutica Merck ([[MRK]]), che ha riportato un EPS di un centesimo superiore al consensus, e quelli della conglomerata industriale 3M ([[MMM]]), anche questi superiori al consensus.

Nel comparto tecnologico, Xilinx ([[XLNX]]) e Broadcom ([[BRCM]]) dovrebbero avanzare beneficiando dei numeri fiscali riportati, mentre Sandisk ([[SNDK]]), societa’ sviluppatrice di schede di memoria, sta soffrendo il minor prezzo sui prodotti offerti, inferiore al precedente trimestre e allo scorso anno.

A salire potrebbero essere i titoli del settore energetico, in seguito alla decisione dell’OPEC di tagliare l’attuale produzione di 1.2 milioni di barili al giorno, oltre il livello atteso. I futures con scadenza novembre, oggi al loro ultimo giorno di contrattazione, si sono riportati sopra la soglia dei $59.

Ad impedire all’indice industriale di avanzare e’ il colosso dei macchinari per le costruzioni, Caterpillar. Il titolo e’ in ribasso del 10% in avvio, a causa del profit warning anticipato sul prossimo anno.

L’agenda economica e’ priva di appuntamenti di rilievo. Nell’arco della settimana i dati giunti dal fronte macro hanno evidenziato un modesto rallentamento della crescita economica.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sul valutario, invariato l’euro nei confronti del dollaro a 1.2627. L’oro arretra di $1.40 a $601.10 l’oncia. In rialzo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni si e’ portato al 4.782%.