WALL STREET CORREGGE DOPO IL MAXI RALLY

25 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

All’indomani del forte rally di mercoledi’, gli investitori decidono di optare per la cautela. Dopo il piu’ forte progresso in termini percentuali messo a segno dall’ottobre 1987 , il Dow Jones rivela un andamento incerto. In flessione del 3% il Nasdaq, depresso dalle forti vendite sui semiconduttori che portano l’indice di riferimento Philadelphia Semiconductor Index (SOX ) al livello piu’ basso dal dicembre del 1998, con una perdita del 12%.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Difficile a questo punto riuscire a capire se i mercati hanno toccato il fondo o se invece l’incertezza continuera’ ad attanagliare gli indici. Chris Johns, capo strategista di ABN Amro, ha detto che e’ poco probabile che il rally di mercoledi’ sia l’inizio della risalita degli indici. Ma Johns ha aggiunto che prevede che il mercato si stabilizzera’ nei prossimi mesi e si muovera’ moderatamente in alto dai livelli attuali. “Arriveremo a livelli piu’ alti. Non di tanto pero’. Del 5%-10%? Assolutamente si'”. Anche John Roque, analista tecnico per Arnhold & S. Bleichroeder , ritiene che sia possibile un nuovo salto in avanti nel breve termine , affermando che il Dow Jones salira’ a 8.500- 8.600, l’S&P 500 a 885 e il Nasdaq a 1.355.

SUI LISTINI

Performance negativa per il Dow Jones, che non riesce a imboccare con decisione il trend rialzista, complici le flessioni delle blue chip Microsoft (MSFT – Nasdaq) e Intel (INTC – Nasdaq). Torna la debolezza sul settore finanziario (DJ_FIN), all’indomani delle rassicurazioni di J.P. Morgan (JPM – Nyse) rilasciate nella giornata di mercoledi’.

In calo il Nasdaq, che non riesce a risollevarsi a causa del forte declino dei semiconduttori e dei titoli infrastrutture chip. A pesare sul comparto e’ stata Taiwan Semi (TSM – Nyse) che questa mattina, annunciando gli utili trimestrali, ha rivisto al ribasso la spesa in conto capitale. Un’altra batosta per i chip (SOX) e’ arrivata da Deutsche Bank , che ha dichiarato che il rally dei titoli infrastrutture chip non ha fondamenti per rivelarsi sostenibile nel breve termine.

TEMI DELLA SEDUTA

Il quadro economico offerto in mattinata da molti indicatori non offre uno scenario totalmente rassicurante. Basta pensare al forte crollo degli ordini di beni durevoli relativi al mese di giugno, che sono capitolati del 3,8% e che potrebbero indicare l’effetto che il forte calo dei mercati delle ultime settimane potrebbe avere sui fondamentali dell’economia. I mercati hanno dato poco peso ai sussidi di disoccupazione settimanali migliori delle stime e al costo del lavoro piu’ alto delle attese, accogliendo invece con favore la forte crescita delle case nuove , che ha oscurato la notizia del calo della vendita di case esistenti.

Pesa sui mercati la comunicazione di un’indagine della Sec sui conti del colosso AOL Time Warner (AOL – Nyse). Immediata e’ stata la reazione delle banche d’affari, con Merrill Lynch e Deutsche Banc che hanno bastonato il titolo. Gia’ in mattinata gli esperti si attendevano un effetto Aol-Time Warner sugli indici . Ma l’incidenza e’ stata smorzata dalle notizie positive provenienti dal fronte degli utili. Buone si sono rivelate le trimestrali del colosso fotografico Kodak (EK – Nyse), del gigante delle fotocopiatrici Xerox (XRX – Nyse) e del gruppo media Viacom. (VIA – Nyse). A tal proposito Jeremy Siegel, professore di finanza alla Wharton School di Filadelfia, intervistato dalla televisione CNBC, ha dichiarato che le preoccupazioni sugli utili societari Usa sono esagerate, dichiarandosi otimista sulla ripresa di molti settori. Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER. .

I TITOLI E I SETTORI IN MOVIMENTO

In salita la blue chip e colosso chimico DuPont(DD – Nyse), dopo che Goldman Sachs ha aumentato il giudizio sul titolo da ‘market outperform’ a ‘buy’Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER.

FINANZIARI (DJ_FIN), BANCARI (BIX) E BROKERAGGIO (DJ_SCR)
Torna la debolezza sul settore, che ha beneficiato da ieri della rassicurazioni arrivate da J.P. Morgan (JPM – Nyse) sul coinvolgimento nella vicenda Enron. In crescita sia JPM che Citigroup (C – Nyse). Citigroup cresce anche grazie ad alcune voci di mercato. Per avere tutti i dettagli clicca su WSI RUMORS, in INSIDER. . E dopo la bufera anche JPM e’ stata premiata da una nota positiva. Per avere tutti i dettagli clicca su WSI RUMORS, in INSIDER. . In rosso Goldman Sachs (GS – Nyse) e Merrill Lynch (MER – Nyse)

BIOTECH (BTK)
In volo il settore trainato dai guadagni di Amgen (AMGN – Nasdaq) che beneficia della nota positiva di Morgan Stanley che ha aumentato il giudizio sul titolo da ‘equal weight’ a ‘overweight’. Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER. Crescono sull’indice Celera Genomics (CRA – Nyse) e Genentech (DNA – Nyse).

SEMICONDUTTORI (SOX)
L’indice di settore accusa un calo superiore al 12% dopo le brutte notizie arrivate da Taiwan Semi sulla spesa in conto capitale e dopo la nota negativa di Deutsche Bank , che ha dichiarato che il rally dei titoli infrastrutture chip non ha fondamenti per rivelarsi sostenibile nel breve termine. Soffrono Motorola (MOT – Nyse), Micron Technology (MU – Nyse), Teradyne (TER – Nyse) e Advanced Micro Devices (AMD – Nyse).

SOFTWARE (GSO)
In rosso il settore guidato dai ribassi della societa’ di archiviazione dati EDS che ha ricevuto la nota negativa di Goldman Sachs. Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER. . Cede anche il colosso Microsoft (MSFT – Nasdaq), dopo che Bill Gates ha dichiarato che il gruppo prevede di aumentare la sua forza lavoro assumendo 5.000 nuovi dipendenti nel corso del prossimo anno. Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER. .

Internet (DOT )
Forte la flessione del comparto, trascinato dai ribassi di AOL Time Warner (AOL – Nyse) che cede piu’ del 16%. Performance negativa anche per il colosso Yahoo (YHOO – Nasdaq), che accusa alcune voci di mercato. Per avere tutti i dettagli clicca su WSI RUMORS, in INSIDER. .

Male la conglomerata Tyco (TYC – Nyse), il cui titolo e’ stato gia’ scambiato stamattina al nuovo minimo intraday delle ultime 52 settimane. Pesano le preoccupazioni sul suo cash flow . Per avere tutti i dettagli clicca su WSI RUMORS, in INSIDER. .

Notizie positive per il colosso delle infrastrutture Internet Cisco Systems (CSCO – Nasdaq), premiato da una nota confortante della banca d’affari Dresdner. Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER. .

MACROECONOMIA

Gli ordini di beni durevoli relativi al mese di giugno sono crollati del 3,8%.

Hanno battuto le stime i sussidi di disoccupazione settimanali.

Il costo del lavoro e’ salito dello 1,0% contro le stime di consensus di +0,9%.

A giugno la vendita di case esistenti ha segnato un ribasso dell’11,7%, mentre quella di delle case nuove ha segnato un progresso dello 0,5%.

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER.