Wall Street contrastata, sul Dow pesano i profitti di Caterpillar

22 Luglio 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Seduta nervosa per gli indici di borsa americani, che faticano a ripetere la giornata di guadagni vista ieri. Il Dow cede lo 0,4%, l’S&P cala dello 0,17%, mentre il Nasdaq e’ positivo per lo 0,21%.

A pesare sono i profitti trimestrali di Caterpillar e l’impatto che hanno avuto le dichiarazioni dell’agenzia di rating Fitch, che erano ampiamente attese (e temute), circa le perdite che le banche dovranno accollarsi per salvare Atene.

Fitch ha precisato che dopo l’accordo raggiunto ieri dai leader dell’Eurogruppo i bond greci sono da giudicare con un rating di “restructuring default”. Quanto alle banche, faranno fronte a molte perdite. Di qui la decisione di ridurre la raccomandazione sul debito a “restricted rating”. La valutazione, ha spiegato l’agenzia, potrebbe tuttavia essere rialzata, appena la Grecia emettera’ nuovi bond alle banche.

Sul fronte dei dati economici, non sono previsti dati rilevanti dal fronte economico degli Stati Uniti. L’attenzione però è tutta sul raggiungimento dell’accordo per alzare il tetto sul debito americano: secondo alcune fonti, per evitare la minaccia di un default agli inizi di agosto, il presidente Barack Obama e il numero uno della Camera dei Rappresentanti, John Boehner, sarebbero finalmente vicini a un accordo. Si tratta però soltanto di indiscrezioni, non ancora confermate. C’e’ tempo fino al 3 agosto per trovare un accordo, altrimenti sara’ default per la maggiore economia al mondo.

Oggi dal fronte aziendale l’attenzione è su Microsoft, dopo che ieri il colosso software ha reso noto di aver riportato nel suo quarto trimestre fiscale un aumento degli utili del 30% a un livello superiore alle previsioni. Migliori delle previsioni anche i risultati di Advanced Micro Devices.

A questo punto, gli investitori si concentrano sui risultati di bilancio di altre blue chip, come General Electric, Verizon Communications, McDonald’s e Caterpillar. Il colosso industriale GE avanza in borsa dopo aver annunciato un utile piu’ alto delle previsioni nel secondo trimestre.

Il gruppo di macchine di movimento terra ha invece deluso le aspettative, pagando l’impatto del terremoto e tsunami occorso in Giappone. I profitti sono aumentati del 44%, a $1,02 miliardi ($1,52 per azione) da $707 milioni (Eps $1,09) di un anno prima. Gli analisti scommettevano su un risultato di $1,75. I ricavi hanno fatto meglio del previsto e l’oulook per l’anno e’ stato alzato, aggiustando le stime in seguito all’acquisto di Bucyrus. Anche Honeywell International ha rivisto al rialzo l’outlook per il 2011.

Sul fronte del mercato delle commodities, i futures sul petrolio calano dello 0,46%, a quota $98,67 al barile, mentre quelli sull’oro sono in crescita dell’1%, a $1.602,60 l’oncia.

Sul fronte valutario l’euro sul dollaro scende sotto $1,44, a $1,436 (-0,4%), dopo aver testato alla fine della giornata di ieri quota $1,4436. Quanto ai Treasuries, il rendimento sul decennale scivola di 4,2 punti base attestandosi al 2,97%.