WALL STREET CONTINUA IL RIALZO, NASDAQ +1,5%

27 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo una partenza decisamente sostenuta, gli indici americani accentuano i forti guadagni. A guidare i rialzi e’ questa mattina il Nasdaq Composite con un incremento di circa l’1,5%.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

L’entusiasmo a Wall Street si e’ riacceso dopo la diffusione del dato relativo al prodotto interno degli Stati Uniti, salito nel primo trimestre del 2%, al di sopra delle attese.

“Quello di oggi e’ un dato molto positivo – spiega Mickey Levy di Bank of America – soprattutto visto che le spese dei consumatori si sono mantenute in crescita sul mercato azionario”.

Levy sostiene che il PIL non rappresenta affatto la recessione.

Concorda anche Pete Kretzmer, sempre di Bank of America, secondo cui il dato di oggi dovrebbe comportare un taglio dei tassi minore di quanto precedentemente atteso. “Probabilmente dello 0,25%”, dice Kretzmer.

Nonostante la sorpresa positiva nella crescita del PIL americano, gli analisti della banca d’affari Goldman Sachs rimangono invece convinti che ulteriori tagli dei tassi saranno approvati dalla Fed e si attendono un riduzione del costo del denaro fino a 50 punti base in occasione del meeting del 15 maggio prossimo.

Nessuna reazione invece al dato relativo all’indice sulla fiducia dei consumatori americani, compilato dalla Universita’ del Michigan. Il cosiddetto “Michigan Sentiment” ha segnato in aprile un calo a 88,4.

Il dibattito questa mattina sembra infatti essersi spostato dagli utili aziendali alle prossime manovre della Federal Reserve in materia di politica monetaria.

La questione era ricomparsa giovedi’ dopo i commenti di Robert Parry, presidente della Federal Reserve di San Francisco e membro del Federal Open Market Committee (FOMC).

Parry, in un suo intervento presso la sede di Santa Barbara della University of California, ha detto che l’economia americana non si trova in fase di recessione, anche se potrebbe rallentare ulteriormente.

Pessimista sullo stato dell’economia e’ apparso invece questa mattina Wayne Angel, ex governatore della Fed e ora capo economista presso la banca d’affari Bear Sterns. Angel, in un’intervista concessa alla rete televisiva CNBC si e’ detto in favore di un nuovo taglio dei tassi di 200 punti base entro l’anno.

“Ci troviamo in un periodo di recessione – ha sostenuto l’economista – quello che dico da molto tempo ormai e’ che la banca centrale USA deve agire il prima possibile sui tassi d’interesse per poi poterli nuovamente alzare senza problemi inflazionistici”.

Tra i principali titoli in movimento a Wall Street:

Nel settore biotech:

Amgen (AMGN – Nasdaq), l`impresa californiana e indiscussa regina della biotecnologia mondiale, giovedì sera a mercati USA chiusi ha riportato i risultati del primo trimestre 2001 battendo le attese del mercato.
Amgen ha conseguito un utile netto di $305 milioni, in aumento del 15% rispetto al primo trimestre del 2000, e un utile per azione di $0,28, un centesimo in più delle attese degli analisti. In borsa sta guadagnando piu’ del 4%.
(Vedi Biotech: utili Amgen battono attese mercato )

Nel settore infrastrutture per le tlc:

Lucent Technologies (LU – Nyse)
sta conquistando il 3,75% dopo che Serge Tchuruk, amministratore delegato del colosso francese Alcatel (ALA – Nyse), ha confermato di aver fatto un’offerta di acquisto per la divisione fibre ottiche di Lucent. Il valore della divisione e’ stato stimato dagli analisti a Wall Street tra $4 miliardi e $8 miliardi.

Corning Incorporated, (GLW – Nyse) sta cedendo il 4,75%. La societa’ leader nelle infrastrutture a fibre ottiche, ha riportato nel primo trimestre del 2001 un utile di $0,29 per azione con un miglioramento del 26% rispetto ai $0,23 per azione dello stesso periodo dello scorso anno. I risultati hanno superato di $0.01 le aspettative degli analisti (Thomson Financial/First Call).
(Vedi Utili: Corning batte leggermente le attese )

Nel settore ristorazione:

Starbucks (SBUX – Nasdaq)
(SBUX – Nasdaq) sta lasciando sul campo circa il 6,25%. La catena di caffetterie ha ridotto giovedi’ sera le proprie aspettative di crescita per gli utili realtivi all’intero anno 2001. Abbassate anche le stime sul fatturato, atteso adesso al di sotto delle stime degli analisti di First Call/Thomson Financial.

Nel settore semiconduttori:

Intel Corp. (INTC – Nasdaq)
e’ in rialzo in questo momento di oltre il 2%. La societa’ ha fatto sapere giovedi’ di essere pronta a lanciare la nuova versione del Pentium 4 e ha confermato di voler investire $7,5 milioni in produzione e sviluppo.