WALL STREET: CONTINUA IL RALLY DEGLI INDICI AMERICANI

23 Maggio 2005, di Redazione Wall Street Italia

Dopo il forte rally della settimana scorsa (il maggiore da inizio anno), sui mercati americani continuano a prevalere gli acquisti. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0.49% a 10.523, l’S&P500 lo 0.39% a 1193, il Nasdaq e’ avanzato dello 0.50% a 2056. L’indice hi-tech ha chiuso in progresso per la settima seduta consecutiva.

Dopo la fase negativa registrata negli ultimi mesi, sui mercati americani e’ tornato l’ottimismo. I dati congiunturali positivi comunicati di recente hanno restituito fiducia agli operatori sulle preospettive dei listini Usa. Ad aver giocato un ruolo chiave e’ stata la mitigazione delle paure inflazionistiche e dei timori di un rallentamento economico.

In assenza di dati macroeconomici, l’attenzione dei mercati oggi si e’ concentrata sulle notizie provenienti dal fronte societario. A diffondere il buonumore sono stati in primo luogo i commenti bullish espressi da alcuni analisti sul comparto tecnologico, che continua a fare da traino al rally dei listini.

In particolare, Goldman Sachs ha espresso giudizi bullish sul comparto software: la banca d’affari ha rivisto al rialzo il giudizio da Neutral ad Aggressive, citando la crescente spesa per le architetture dei servizi Web. Il broker ha anche emesso un upgrade su McAfee che ha terminato la seduta in rialzo del 2.30%.

Sotto i riflettori Apple Computer: il Wall Street Journal ha riportato che l’azienda di Steve Jobs potrebbe usare chip Intel nella linea di computer Macintosh. Le due societa’ non hanno commentato l’indiscrezione. A fine giornata, Apple ha guadagnato circa il 5%, e Intel quasi l’1%. A seguito della notizia, sara’ interessante monitorare anche le azioni di IBM, storico fornitore di chip per Apple.

A livello settoriale, hanno registrato le migliori performance i comparti hardware (GHA +1.50%), Internet (HHH +1.56%), e servizi petroliferi (OSX +1.30%). In rosso, invece, il settore aereo (XAL –0.76%) e quello dei semiconduttori (SOX -0.34%).

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Tra i componenti del Dow Jones, hanno riportato i migliori rialzi Exxon Mobil (che oltre al rincaro dei prezzi energetici ha beneficiato di un upgrade di Bernstein), Wal-Mart, United Tech e 3M. Sotto pressione, General Motors, Walt Disney e JP Morgan.

Sugli altri mercati, il petrolio ha guadagnato terreno spingendosi oltre i $49 dollari al barile. Il contratto future con scadenza luglio (da oggi quello di riferimento) ha terminato la sessione in rialzo di 51 centesimi a quota $49.16.

L’euro e’ in leggero rialzo nei confronti del dollaro. Nel tardo pomeriggio di lunedi’ a New York il cambio tra le due valute e’ $1.2581. In ribasso l’oro. Il future con scadenza giugno e’ arretrato di 80 centesimi a $416.90 all’oncia. In netto rialzo, infine, i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.07% dal 4.12% di venerdi’.