WALL STREET CONTINUA AD ARRETRARE, NASDAQ -2.67%

28 Ottobre 2009, di Redazione Wall Street Italia

La seduta di borsa a Wall Street si e’ conclusa con gli indici in netto calo. Il Dow Jones ha ceduto l‘1.21% a 9762, l’S&P500 l’1.95% a 1042, il Nasdaq e’ arretrato del 2.67% a 2059. I nuovi segnali di un indebolimento del mercato immobiliare hanno offerto agli investitori un’altra ragione per continuare a vendere sul mercato azionario. Il timore e’ che le previsioni di un recupero economico, che hanno supportato il rally degli ultimi 8 mesi, siano state troppo ottimiste e che non siano giustificate dai fondamentali.

Il brusco calo dei listini si e’ materializzato subito dopo che il Dipartimento del Commercio Usa ha comunicato un calo delle vendite di case nuove, scese per la prima volta in cinque mesi, in ribasso -3.6% a 402 mila unita’ dalle 417 mila di agosto. Le astime degli economisti erano per un aumento a 440 mila.

Se puo’ interessarti, in borsa si puo’ guadagnare accedendo alla sezione INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

A preoccupare gli investitori e’ stato anche una revisione al ribasso delle stime sul PIL da parte degli analisti di Goldman Sachs, secondo cui l’attivita’ economica americana ha registrato un’espansione del 2.7% nell’ultimo trimestre, anziche’ del 3% come indicavano le stime precedenti. La banca d’affari ha citato i dati riguardanti la distribuzione e le scorte evidenziati dal report odierno relativo alla domanda di beni durevoli in settembre. Il dato sul Prodotto Interno Lordo sara’ diffuso nella prima mattinata di giovedi’, il consensus del mercato e’ per un progresso pari a +3.2%.

A fornire un altro elemento di preoccupazione e’ sono state le notizie giunte dal settore finanziario, secondo cui GMAC Financial Services sarebbe in trattative con Washington per ricevere un terzo round di aiuti governativi. Il governo e’ gia’ proprietario del 35% dell’azienda, dopo aver concesso finanziamenti per $12.5 miliardi.

“Non c’e’ bisogno di entrare nel panico” rassicura Manny Weintraub, presidente di Integre Advisors. “Nessuno si aspetta una super accelerazione dell’economia”. Secondo Hank Smith, chief investment officer of Haverford Trust, il mercato e’ destinato a una fase di correzione, perche’ “anche se per l’economia il peggio ormai e’ alle spalle, ogni tanto giungono notizie macro deludenti, mentre sul fronte delle trimestrali, buona parte della crescita deriva dalle iniziative di risparmio dei costi”, un’ottima scusa per vendere.

Il brutto dato sul settore immobiliare ha avuto l’effetto di trascianre al ribasso i titoli delle societa’ costruttrici: Lennar e KB Home lasciano sul campo almeno il 7%, lo spider settoriale XHB e’ arretrato del 5.20%. Tra le peggiori performance sul Dow Jones si segnalano quelle dei colossi Alcoa, General Electric e Caterpillar.

Particolarmente debole il settore tecnologico, con l’indice composito Nasdaq che e’ sceso sotto i livelli di parita’ in ottobre. Tra i piu’ importanti titoli hi-tech, Microsoft arretra dell‘1.85%, Intel perde il 3.29%, Google scende -1.52%, -2.70% per Apple. In flessione i mercati europei e asiatici dopo che Canon, il gigante del software SAP e il colosso dell’acciaio ArcelorMittal hanno riportato conti deludenti. L’indice delle Borse mondiali MSCI World registra un ribasso dell’1.2%.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico arretra il petrolio. I futures con consegna dicembre hanno perso $2.09 a quota $77.46 al barile. Sul valutario, in ribasso l’euro nei confronti del dollaro. Nella tarda serata di mercoledi’ a New York il cambio tra le due valute e’ pari a 1.4710. In flessione l’oro: i futures con scadenza dicembre hanno ceduto $4.90 a quota $1030.50 l’oncia. In rialzo i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 3.4110% dal 3.4620% di martedi’.

Sullo stesso tema leggere anche gli articoli, analisi e commenti pubblicati da Wall Street Italia nelle ultime settimane:

WALL STREET: ATTENZIONE CHE SIAMO QUASI AL FINALE

WALL STREET: IL RIALZO PIU’ INGANNEVOLE DELLA STORIA

GURU CATASTROFISTI: SI CONSIGLIA SOLO A UN PUBBLICO MATURO

ALERT AZIONARIO: STA NASCENDO UNA BOLLA

FENOMENOLOGIA DEL RALLY DEL BABBEO (A NEW YORK)

BORSA: OBIETTIVI RAGGIUNTI, L’ANALISI TECNICA GETTA LA SPUGNA