Wall Street: chiusura poco mossa in attese della Fed

23 Febbraio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Gli indici di Wall Street chiudono in moderato ribasso, segno dell’atteggiamento attendista degli investitori per la testimonianza di domani al Congresso americano del governatore della Federal Reserve Janet Yellen. Domani e dopodomani le sue parole al Congresso saranno ascoltate con attenzione per capire gli sviluppi della politica monetaria in materia di tassi.

Si andra’ a caccia di qualsiasi riferimento al primo possibile rialzo dei tassi di interesse dal 2006. Si attende anche la valutazione da parte dell’Eurogruppo dell’elenco di riforme che la Grecia presentera’ domattina a Bruxelles.

Il Dow Jones cede lo 0,13% a quota 18.117 punti, l’S&P 500 perde lo 0,01%, 2.110 punti, il Nasdaq guadagna lo 0,10%, a quota 4.961.

Il petrolio ad aprile ha ceduto il 2,7% a 49,45 dollari al barile, lontano dai minimi visti nella seduta grazie all’emergere dell’ipotesi di un meeting straordinario dell’Opec, che potrebbe svolgersi nel caso i prezzi continuino a scendere.

Dal fronte macroeconomico, le vendite di case esistenti negli Stati Uniti sono calate del 4,9% a 4,82 milioni di unita’. Il dato e’ stato inferiore alle previsioni degli analisti che attendevano un ribasso a 4,98 milioni di unita’. Intanto l’indice Fed di Chicago e’ tornato a crescere a gennaio dopo il dato negativo di dicembre.

Sull’obbligazionario i Treasuries decennali guadagnano 5/32 e rendono il 2,1152%.

I titoli in evidenza: la canadese Valeant acquisirà Salix Pharmaceuticals per 158 dollari ad azione, per un totale di 10,1 miliardi di dollari cash. Lo hanno annunciato ieri le due società.

Boeing in calo dopo che Goldman Sachs ha tagliato il proprio giudizio a ‘sell’ da ‘neutral’, secondo Theflyonthewall.com.

Apple ha annunciato un investimento di 1,7 miliardi di euro per costruire due data centre in Europa, interamente alimentati da energie rinnovabili.

Sul mercato valutario, si riducono i guadagni della moneta unica: la tragedia non è ancora finita. Euro -0,23% a $1,1352. Dollaro/yen +0,19% a JPY 119,24. Euro/franco svizzero +0,52% a JPY 1,0742. Euro/yen -0,05% a JPY 135,37.

Sul mercato delle materie prime i futures sul greggio -3% a $49,34. Brent -0,08% a $60,17. Oro -0,18% a $1.202,70. Argento -0,25% a $16,28.