WALL STREET CHIUDE UNA SEDUTA DA DIMENTICARE

3 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street ha chiuso una seduta da dimenticare con tutti i principali indici di borsa in profondo rosso.

Il tabellone elettronico del Nasdaq, dopo aver sfiorato un ribasso vicino al 5%, riesce a dimezzare le perdite sul finale.

Il Nasdaq ha chiuso a 3.707,30 (-2,06%), il Dow Jones ha chiuso a 10.480,13 (-2,34%), lo S&P 500 a 1.415,10 (-2,16%) e il Russell 2000 a 495,55 (-1,94%).

Il settore tecnologico e’ stato schiacciato sin dall’inizio delle contrattazioni da Novell, il produttore di tecnologie per network crollato sull’annuncio di risultati trimestrali deludenti.

Novell e’ stato il titolo piu’ scambiato della seduta e ha alimentato il nervosismo sulle prospettive di molti giocatori nell’arena della “New Economy”.

Sul fronte della “Old Economy”, l’indice delle Blue Chip ha scontato la crescente preoccupazione per i tassi d’interesse: insistenti voci di mercato accreditano l’ipotesi che la Federal Reserve potrebbe aumentare il costo del denaro prima della riunione del 16 maggio e soprattutto che la stretta rischia di essere dello 0,5%, il doppio rispetto alle previsioni iniziali.

Intanto i rendimenti dei buoni del Tesoro Usa sono schizzati ai massimi a quota 6,11%.

L’ultima edizione del Beige Book, il rapporto periodico della Fed sullo stato dell’economia americana, diffusa questo pomeriggio, non ha dato chiare indicazioni su quali saranno le prossime mosse della banca centrale Usa ed e’ stata accolta senza reazioni dai mercati.

Segno meno per titoli finanziari e ciclici, i piu’ sensibili agli aumenti del costo del denaro, ma anche per trasporto aereo, petrolifero, cartario e farmaceutico.

Il settore della distribuzione infine e’ stato raggelato dalla decisione della banca d’investimenti Goldman Sachs di abbassare il rating di Wal-Mart, uno dei leader del settore.

A contrastare l’ondata di vendite sui listini sono rimasti il solo settore alimentare e dei beni di largo consumo.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi alla borsa di New York:

Nel settore delle reti di comunicazione, Novell Inc. (NOVL), ha registrato un utile di 56 milioni di dollari, pari a 8 centesimi per azione, in netto calo rispetto alle aspetative degli analisti che stimavano un utile di 112 milioni di dollari, o 16 centesimi per azione. Il titolo ha perso a fine giornata piu’ del 38%. (vedi articolo WSI delle 09:06)

Nel settore delle fibre ottiche, Newbridge Networks (NN) si aspetta un rialzo degli utili per il quarto trimestre fiscale. La societa’ canadese stima un utile di 20-25 centesimi per azione, mentre nello stesso periodo del 1999 aveva registrato una perdita di 11 centesimi per azione. Alla chiusura dei mercati, il titolo ha perso quasi il 7,5%.

Nel settore alimentare, il gruppo anglo-olandese Unilever si e’ visto sbattere la porta in faccia dopo aver offerto 18,4 miliardi di dollari per l’acquisizione di Bestfoods (BFO). L’amministratore delegato di Bestfoods, ha ritenuto l’offerta “inadeguata e non nel miglior interesse degli azionisti”, ma Unilever non abbandona le trattative ed e’ pronto a rilanciare. Il titolo (BFO) ha segnato oggi un guadagno superiore al 20%.(vedi articoli Wall Street Italia delle 09:28 e delle 10:01)

Nel settore delle telecomunicazioni, Global Crossing (GBLX) ha guadanato il 2%. La societa’ telefonica ha annunciato perdite trimestrali pari a 39 centesimi quando i mercati si attendevano una perdita di ben 43 centesimi per azione.

Nel settore telefonico, AT&T (T), dopo aver bruciato ieri il 14% del valore (la maggior perdita in assoluto per il gigante telefonico) sulla notizia di profitti trimestrali in calo sull’anno precedente, ha continuato oggi a navigare in territorio negativo segnando una perdita del 6%.

Nel settore Internet, Coca-Cola (KO) ha stretto un accordo da $64 milioni con America Online(AOL). L’intesa riguarda lo sviluppo di programmi di marketing sia online che attraverso i canali tradizionali, con il contributo nei prossimi due anni di 20 milioni di dollari da parte di entrambe le societa’. A fine giornata, il titolo (KO) ha guadagnato il 4%, mentre (AOL) ha perso poco meno del 2%.(vedi articolo WSI delle 09:23)

Nel settore dell’intrattenimento, Walt Disney (DIS) ha perso piu’ del 7%. Questa sera, la societa’ fara’ l’annuncio sugli utili del secondo trimestre fiscale. Le aspettative sono di 14 centesimi per azione, un solo centesimo di rialzo rispetto allo stesso periodo del 1999.

Nel settore della distribuzione, Goldman Sachs ha ridotto il rating di un gran numero di nomi del settore distribuzione tra cui Wal-Mart Stores (WMT), Target Corp.(TGT), Costco Wholesale Corp.(COST) e Kohls Corp.(KSS). Alla chiusura dei mercati, i titoli erano tutti in rosso con ribassi dal 6% all’8%.(vedi articolo WSI delle 11:47)

Il gruppo che fa capo a Martha Stewart Living Omnimedia (MSO) ha chiuso il primo trimestre con risultati entusiasmanti. Gli utili sono cresciuti del 57% a 5,6 milioni di dollari, pari a 11 centesimi ad azione, contro le previsioni di 4 centesimi degli analisti e il titolo e’ trattato a 18 dollari e mezzo, in crescita del 15,62%. Il titolo ha guadagnato quasi il 20,5%.(vedi articolo WSI delle 11:13)

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York Stock Exchange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(T) AT&T Corp. 54,015,100 39.500 -2.438 -5.81%;

(AWE) AT&T CORP WIRELESS GRP 16,218,300 31.000 -1.250 -3.88%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 12,030,600 23.438 -0.375 -1.57%;

(SLR) Solectron Corporation 11,311,200 34.563 -3.313 -8.75%;

(PFE) Pfizer Inc 10,800,900 42.500 -0.438 -1.02%;

(BFO) Bestfoods 9,990,700 61.438 +10.875 +21.51%;

(WMT) Wal-Mart Stores, Inc. 9,704,400 53.563 -4.063 -7.05%;

(AOL) America Online, Inc. 9,298,200 56.688 -1.063 -1.84%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 9,265,200 27.063 -1.688 -5.87%;

(GM) General Motors Corporation 9,480,200 88.000 -5.375 -5.76%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(NOVL) Novell, Inc. 87,659,500 10.750 -6.813 -38.79%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 44,656,100 65.938 -2.063 -3.03%;

(INTC) Intel Corporation 28,000,200 119.500 -1.688 -1.39%;

(MSFT) Microsoft Corporation 25,615,800 70.625 +0.750 +1.07%;

(ORCL) Oracle Corporation 23,334,600 75.438 -2.375 -3.05%;

(WCOM) MCI WorldCom, Inc. 18,823,100 42.563 -0.375 -0.87%;

(GBLX) Global Crossing Ltd. 17,995,800 34.313 +1.688 +5.17%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 16,736,700 92.375 -2.188 -2.31%;

(SUNW) Sun Microsystems, Inc. 17,029,300 87.250 -1.000 -1.13%;

(DELL) Dell Computer Corporation 15,131,000 49.031 -0.781 -1.57%.