WALL STREET CHIUDE SOTTOSOPRA

17 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Finale tra il rosso e il nero per le borse americane: tutti i principali indici chiudono la seduta con modesti guadagni a eccezione del Dow Jones che, in balia della volatilita’, ha teminato in negativo le sue oscillazioni.

Il Nasdaq ha chiuso a 4.274,67 (+0,67%), il Dow Jones ha chiuso a 10.804,27 (-0,08%), l’S&P 500 a 1.510,50 (+0,03%) e il Russell 2000 a 545,18 (+0,47%).

L’indice delle Blue Chip sconta il nervosismo e l’incertezza che precedono la pubblicazione dell’ultima tornata di bilanci trimestrali.

A scoprire le carte questa settimana i pezzi da novanta, le societa’ che da sole smuovono interi comparti e possono far tremare le borse: Ibm, Microsoft e Intel solo per citare il settore informatico.

Il clima di attesa ha raffreddato gli entusiasmi per le importanti operazioni di fusione che hanno riguardato il comparto alimentare, cartario, finanziario e dell’energia. Le manovre di consolidamento annunciate questa mattina hanno il valore complessivo di $24,84 miliardi.

Gli investitori hanno incassato senza contraccolpi il dato economico diffuso in prima mattinata: le scorte di magazzino negli Stati Uniti sono aumentate nel mese di maggio dello 0,8%, il piu’ forte incremento dal novembre scorso.

Pur trattandosi di un chiaro indicatore di crescita economica, non rientra fra quelli nel mirino di Alan Greenspan, il presidente della Federal Reserve, abituato a soppesare con maggiore attenzione le cifre che riguardano i prezzi e il mercato del lavoro.

Su questo fronte una prima risposta arrivera’ domattina, quando il dipartimento del Commercio Usa rendera’ noto alle 8:30 (ora di New York) l’indice dei prezzi al consumo relativo al mese di giugno, un numero chiave per determinare la presenza di spinte inflazionistiche.

Sui listini in generale tendenza al rialzo per sanita’, farmaceutico, telefonico, linee aeree e biotecnologie.

Segno meno invece per tabacco, petrolifero, alluminio, servizi di brokeraggio, trasporti e finanziari.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi a Wall Street:

Nel settore della telefonia, Qualcomm (QCOM) ha guadagnato l’ 11% dopo che le autorita’ giapponesi ed europee ne hanno riconosciuto i brevetti.

Nel settore alimentare, General Mills (GIS), con un’offerta di $10,5 miliardi, ha chiuso le trattative per l’acquisizione di Diageo (DEO), dando vita al terzo gruppo alimentare degli Stati Uniti. Il titolo General Mills ha perso il 7%, mentre il titolo Diageo ha guadagnato l’ 1,75%.(Vedi articolo WSI delle 7:35)

Nel settore dell’energia, AES (AES), la societa’ leader negli Stati Uniti per la progettazione di centrali elettriche, con un’offerta di $3,04 miliardi ha chiuso le trattative per l’acquisizione di Ipalco Enterprises (IPL), il primo fornitore di energia nello stato dell’Indiana. Il titolo AES ha guadagnato piu’ del 5,5%, mentre Ipalco ha guadagnato piu’ del 4,5%.(Vedi articolo WSI delle 7:41)

Nel settore cartario, Georgia-Pacific (GP), il secondo produttore Usa di cellulosa dopo International Paper, e’ in trattative per l’acquisizione di Fort James (FJ), leader nelle carte assorbenti per uso domestico, per $7,8 miliardi oltre all’assunzione di posizioni debitorie per $3,5 miliardi. Il titolo Georgia-Pacific ha perso quasi l’ 8%, mentre il titolo Fort James ha guadagnato quasi il 34,5%.(Vedi articolo WSI delle 8:05)

Nel settore Internet, Microsoft (MSFT) ha diffuso oggi i dati relativi all’utenza dei suoi servizi Internet che, con 201 milioni di visitatori complessivi, sorpassano di gran lunga America Online e Yahoo!. Il titolo Microsoft ha perso quasi l’ 1%.(Vedi articolo WSI delle 8:20)

Nel settore delle fibre ottiche, Corning (GLW) ha chiuso il secondo trimestre con un utile in rialzo dell’80%, al di sopra delle stime degli analisti di Wall Street grazie alle forti vendite nel settore delle fibre ottiche. Il titolo ha guadagnato il 4,5%.(Vedi articolo WSI delle 9:44)

Nel settore Internet, sono saltate per ragioni di prezzo le trattative fra Global Crossing (GBLX) e la rivale Exodus Communication (EXDS): Exodus era interessata all’acquisto di GlobalCenter, ma non e’ disposta a sborsare $6,6 miliardi. Il titolo Exodus ha perso quasi il 7%, mentre Global Crossing ha perso piu’ del 5,5%.(Vedi articolo WSI delle 10:07)

Sempre nel settore Internet, America Online (AOL), i cui risultati trimestrali sono attesi giovedi’, ha gia’ convinto Merrill Lynch. La piu’ grande banca d’investimenti del mondo prevede per il quarto trimestre fiscale un utile di $0,11 per azione e un fatturato di $1,97 miliardi, in rialzo del 43% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il titolo AOL ha guadagnato l’ 1%.(Vedi articolo WSI delle 10:49)

Nel settore finanziario, FleetBoston Financial (FBF), l’ottavo gruppo bancario degli Stati Uniti, ha chiuso il secondo trimestre con utili operativi in rialzo del 10% grazie alle ottime performance registrate attraverso la banca d’investimento Robertson Stephens e la divisione di brokeraggio Quick & Reilly. Il titolo ha perso quasi il 3,5%.(Vedi articolo WSI delle 10:55)

Sempre nel settore finanziario, Bank of America (BAC), il secondo gruppo bancario americano, ha registrato per il secondo trimestre utili in rialzo del 7%, in linea con le aspettative del mercato. Il titolo ha perso lo 0,5%.(Vedi articolo WSI delle 11:14)

Nel settore farmaceutico, Cephalon Inc. (CEPH), la societa’ che produce medicinali per il trattamento di cancro e disordini neurologici, ha deciso di acquistare Anesta Corp. (NSTA) per $444 milioni in titoli azionari. Il titolo Cephalon ha invertito la tendenza e a fine giornata ha segnato un rialzo di quasi il 7%, mentre il titolo Anesta ha guadagnato piu’ del 46,5%.(Vedi articolo WSI delle 11:18)

Nel settore delle telecomunicazioni, Time Warner Trade Publishing, divisione libri di Time Warner (TWX) si e’ aggiudicata per $7,1 milioni il diritto di pubblicare l’ultimo titolo di Jack Welch, l’amministratore delegato di General Electric (GE) che intende dare le dimissioni la primavera prossima dopo 20 anni di servizio. Il titolo Time Warner ha guadagnato quasi l’ 1%, mentre General Electric ha guadagnato quasi il 5,5%.(Vedi articolo WSI delle 11:41)

Nel settore finanziario, Lehman Brothers (LEH), la quarta banca d’investimento a Wall Street, ha chiuso le trattative per l’acquisizione della divisione private banking della rivale S.G. Cowen. Il titolo LEH ha perso quasi il 3,5%.(Vedi articolo WSI delle 11:47)

Nel settore informatico, IBM (IBM) ha segnato a fine giornata un rialzo di poco inferiore all’ 1,5% . I risultati trimestrali di ‘Big Blue’ sono in calendario per mercoledi’ prossimo.(Vedi articolo WSI delle 13:51)

Nel settore delle telecomunicazioni, Cisco Systems (CSCO), il primo costruttore al mondo di tecnologie per network, ha annunciato un investimento di $100 milioni in Liberate Tecnologies (LBRT), una societa’ di software dedicati ai decodificatori per la televisione via cavo, con l’obiettivo di migliorare la sua presenza nel mercato della tv interattiva. Il titolo Cisco ha guadagnato poco piu’ dell’ 1,5%, mentre il titolo Liberate ha guadagnato quasi l’
1%.(Vedi articolo WSI delle 14:58)

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al New York Stock Exhange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(LU) Lucent Technologies Inc. 25,565,500 66.125 +2.125 +3.32%;

(AOL) America Online, Inc. 16,958,300 62.688 +0.625 +1.01%;

(GE) General Electric Company 16,600,600 54.250 +2.750 +5.34%;

(LMG) Liberty Media Group 15,722,800 24.938 -1.313 -5.00%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 13,426,300 23.438 -1.063 -4.34%;

(RAD) Rite Aid Corporation 12,639,100 4.938 -0.375 -7.06%;

(FJ) Fort James Corporation 10,472,100 33.000 +8.438 +34.35%;

(T) AT&T Corp. 10,215,600 33.313 +0.313 +0.95%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 9,936,400 27.875 INVARIATO 0.00%;

(PFE) Pfizer Inc 9,399,900 46.813 +1.750 +3.88%.

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 35,054,000 69.313 +1.063 +1.56%;

(MSFT) Microsoft Corporation 24,012,400 78.250 -0.688 -0.87%;

(QCOM) QUALCOMM 23,070,000 70.000 +6.938 +11.00%;

(WCOM) WorldCom, Inc. 22,523,700 46.625 -2.563 -5.21%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 22,839,600 116.125 +4.500 +4.03%;

(INTC) Intel Corporation 21,389,000 147.063 +0.375 +0.26%;

(EXDS) Exodus Communications, Inc. 16,767,700 51.500 -3.750 -6.79%;

(NOVL) Novell, Inc. 15,169,100 11.188 +1.406 +14.38%;

(MCTR) Mercator Software, Inc. 14,926,000 25.250 -37.375 -59.68%;

(ARBA) Ariba, Inc. 14,470,200 121.813 -2.750 -2.21%.