WALL STREET CHIUDE LA SEDUTA IN LEGGERO RIBASSO

13 Maggio 2003, di Redazione Wall Street Italia

A Wall Street oggi e’ prevalsa la moderazione. Dopo i forti guadagni delle ultime sedute, e alla luce delle indicazioni non troppo confortanti sui fronti macroeconomico e societario, gli investitori hanno optano per una pausa di riflessione.

Il ribasso dei listini, tuttavia, e’ stato molto contenuto. Il Dow Jones ha ceduto lo 0,54%, scendendo a 8679,25 punti. Ancora piu’ lieve e’ risultata la perdita del Nasdaq (-0,11%), nonostante il downgrade di Merrill Lynch su alcune societa’ di semiconduttori. L’indice hi-tech ha chiuso la seduta a quota 1.539,68.

I DATI DI CHIUSURA

































































































































































































INDICI DI BORSA Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12
mesi
Dif.(%) da min 12
mesi
DJIA DJIA 8679.25 -0.54 10353.43 7197.49 -16.17% 20.59%
S&P 500 SPX 942.30 -0.30 1106.59 768.63 -14.85% 22.59%
Nasdaq IXIC 1539.70 -0.11 1759.3 1108.5 -12.48% 38.90%
Nasdaq 100 NDX 1155.97 -0.38 1350.54 795.25 -14.41% 45.36%
INDICI DI SETTORE
(a)
Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12
mesi
Dif.(%) da min 12
mesi
Internet ECM 61.71 2.30 60.89 29.2 1.35% 111.34%
Hardware GHA 204.59 1.07 230 110.5 -11.05% 85.15%
Gas Naturale XNG 182.49 0.57 184.12 105.53 -0.89% 72.93%
Energia DJ_ENE 193.22 0.33 223.55 169.06 -13.57% 14.29%
Petrolifero OIX 260.78 0.13 330.96 232.66 -21.20% 12.09%
Utility UTY 264.76 0.05 340.23 202.82 -22.18% 30.54%
Finananziario DJ_FIN 157.44 0.04 185.17 127.71 -14.98% 23.28%
Software GSO 117.26 -0.09 136.99 77.63 -14.40% 51.05%
Farmaceutico DRG 325.29 -0.20 351.1 237.7 -7.35% 36.85%
Retail RLX 313.80 -0.24 345.6 243.8 -9.20% 28.71%
Difesa DFX 154.63 -0.34 205.94 125.9 -24.92% 22.82%
Networking NWX 182.83 -0.58 224.3 79.3 -18.49% 130.55%
Assicurazione DJ_INS 306.81 -0.70 362.11 243.59 -15.27% 25.95%
Semiconduttori SOX 355.73 -0.78 558.9 209.4 -36.35% 69.88%
Biotech BTK 390.50 -0.87 435.7 275.1 -10.37% 41.95%
Oro-Argento XAU 70.34 -1.94 89.11 54.67 -21.06% 28.66%




















































































DATI SUI MERCATI
(b)
volume Nyse (*) 1398.23 VOLATILITA’/OPZIONI Valore
volume Nasdaq (*) 1832.49 Vix 22.03
volume Nasdaq 100
(*)
1240.96 Vxn 32.84
volume DJIA (*) 193.45 Index put-call ratio 1.06
titoli Nyse in
rialzo
1600 Equity put-call
ratio
0.61
titoli Nyse in
ribasso
1629 TREASURIES yield
titoli Nyse
invariati
188 scadenza a 5 anni 2.57%
titoli ai massimi-Nyse
(c)
194 scadenza a 10 anni 3.62%
titoli ai minimi-Nyse
(c)
6 scadenza a 30 anni 4.63%
titoli Nasdaq in rialzo
1621 PETROLIO prezzo/barile
titoli Nasdaq in
ribasso
1518 Future Crude $28.50
titoli Nasdaq
invariati
258 VALUTE cambio
titoli ai massimi-Nasd
(c)
189 Cambio Euro/Dollaro 1.153
titoli ai minimi-Nasd
(c)
6 Cambio Dollaro/Yen 116.59

Elaborazione dati a cura dell’Ufficio Studi di
WallStreetItalia


LEGENDA:
(a) gli indici di settore sono ordinati in
base alla performance giornaliera
(b) le quotazioni sono rilevate al momento
della chiusura dei mercati di riferimento
(16:00 – 22:00 ora
italiana)
(*) milioni di pezzi scambiati
(c) il valore si riferisce al
numero di titoli scambiati sul Nyse e sul Nasdaq
che hanno raggiunto i
nuovi massimi e minimi degli ultimi 12 mesi nella seduta odierna

IL COMMENTO DELLA SEDUTA

Alcuni strategist ritengono che a questo punto, ancora in assenza di significativi catalizzatori, il mercato possa essere posizionato per un ritracciamento e invitano gli investitori alla prudenza. In una nota ai clienti, Bear Stearns consiglia di ridurre l’esposizione sull’equity e di aumentare quella sul cash. Il broker rimane convinto che il 2003 sara’ migliore dello scorso anno, ma ritiene che le valutazioni dei titoli riflettano gia’ le buone notizie. Cautamente ottimisti i gestori interpellati da Merrill Lynch.

A livello macroeconomico, e’ stata scarsa la reazione al dato sul deficit della bilancia commerciale di marzo. Il gap tra importazioni ed esportazioni e’ stato piu’ ampio del previsto ($43,5 miliardi, il secondo livello piu’ alto mai registrato), ma gli esperti ritenevano comunque prematuro sperare che la debolezza del dollaro correggesse gia’ lo squilibrio.

Ma per quanto riguarda la situazione congiunturale ben piu’ importanti saranno i dati delle prossime sedute. Domani saranno resi noti i prezzi import-export e le vendite al dettaglio di aprile. Giovedi’ sara’ la volta di PPI e produzione industriale (sempre di aprile), mentre venerdi’ saranno comunicati i prezzi al consumo di aprile e la fiducia Michigan di maggio (preliminare).

Sul fronte dei profitti, in chiaroscuro le trimestrali comunicate prima dell’apertura delle contrattazioni, con la casa farmaceutica Schering-Plough (SGP – Nyse) e il retailer JC Penney (JCP – Nyse) che hanno battuto le stime sugli utili ma le hanno deluse sul fatturato. Vendite inferiori al consensus anche per il n.1 del comparto retail, Wal-Mart (WMT – Nyse), che pure ha registrato profitti in linea. In forte calo poi il fatturato di May Dept (MAY – Nyse), mentre El Paso (EP – Nyse) ha deluso sull’EPS. Molto positiva invece la trimestrale del colosso dei media News Corp (NWS – Nyse).

Dopo la chiusura dei mercati, occhio ai risultati della societa’ di infrastrutture chip Applied Materials (AMAT – Nasdaq). Domani sara’ la volta di Federated (FD – Nyse) e BEA Systems (BEAS – Nasdaq), mentre giovedi’ tocchera’ a Target (TGT – Nyse) e a Dell (DELL – Nasdaq).

Tra gli altri temi della seduta, da segnalare il recupero del dollaro, che secondo gli analisti sarebbe dettato da una parte dalle attese di un taglio di 50 punti base dei tassi Ue alla prossima riunione della Bce, dall’altra dall’intervento della Bank of Japan, che starebbe comprando dollari per non far apprezzare troppo lo yen e mettere cosi’ in pericolo le esportazioni nipponiche.

Ha innervosito i mercati la notizia dell’attentato di Riad (Arabia Saudita), nel quale sono rimasti uccisi almeno 10 americani. La strage ha riportato alla ribalta l’allarme terrorismo.

Per tutti i dettagli sui titoli che hanno movimentato la seduta odierna clicca su TITOLI CALDI, in INSIDER.