Wall Street chiude in rialzo, investitori brindano alle trimestrali

22 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Chiude in rialzo la seduta di Wall Street mentre l’Europa ha i fari puntati sul caso Grecia, a Wall Street l’attenzione degli investitori continua a essere focalizzata sulla pubblicazione degli utili della corporate America.

Nel finale, il Dow segna + 0,49% a 18.038 punti, lo S&P 500 +0,51% a 2.107 punti. Avanza anche il Nasdaq, che sale dello 0,47% a 5.035 punti.

Sono i titoli tecnologici (+1%) e quelli finanziari a correre piu’ di tutti. Google (+1,23%) avanza dopo avere svelato i dettagli della sua mossa nel settore della telefonia mobile. Facebook guadagna (+1%) in attesa dei conti. Gli investitori intanto continuano a digerire varie trimestrali tra cui quella di McDonald’s (+3,42%), con ricavi in linea alle stime, e di Boeing (-1,78%), i cui utili per azione hanno superato le attese ma non il flusso di cassa risultato negativo nel primo trimestre.

Il petrolio e’ scivolato dello 0,8% a 56,16 dollari al barile.

Buone notizie dal mercato delle case. Nel mese di marzo negli Stati Uniti il numero di case esistenti vendute è salito del 6,1% a quota 5,19 milioni di unità rispetto alla crescita dell’1,5% della rilevazione precedente (4,89 milioni). Lo rende noto la National Associations of Realtors. Si tratta di un dato che va oltre le attese degli analisti che indicavano un progresso del 3%.

Sul fronte delle trimestrali, Coca Cola ha reso noto il bilancio del primo trimestre, che ha messo in evidenza un attivo per azione – esclusi gli oneri straordinari -di 48 centesimi, battendo le attese di 42 centesimi per azione. Su base netta, nel trimestre terminato lo scorso 3 aprile, gli utili sono stati pari a $1,56 miliardi, o 35 centesimi per azione, inferiori a $1,62 miliardi, o 36 centesimi per azione, dello stesso periodo dello scorso anno. Fatturato +1,3% a $10,71 miliardi.

Intanto, anche nel primo trimestre McDonald’s ha dovuto fare i conti con un calo delle vendite, visto che la strategia per riguadagnare clienti del nuovo amministratore delegato Steve Easterbrook, in carica dal primo marzo, non ha ancora dato i risultati sperati. Nel trimestre McDonald’s ha messo a segno profitti per 811,5 milioni di dollari, 84 centesimi per azione, in calo del 33% dagli 1,2 miliardi, 1,21 dollari per azione, dello stesso periodo dell’anno scorso. Escludendo le voci straordinarie, l’utile e’ stato di 1,10 dollari per azione, mentre gli analisti attendevano profitti per 1,06 dollari. Il fatturato e’ calato dell’11% a 5,96 miliardi, in linea con le stime.

In tutto oggi saranno 31 le aziende che comunicheranno le trimestrali. Per il primo trimestre gli analisti attendono profitti per 40 centesimi per azione, in rialzo dai 34 dello stesso periodo dell’anno scorso, con un giro d’affari da 3,56 miliardi di dollari, anche in questo caso più dei 2,5 miliardi del primo trimestre 2014.

ALTRI MERCATI – In ambito valutario, l’euro +0,25% a $1,076; dollaro/yen -0,11% a JPY 119,53; euro/franco svizzero +0,34% a CHF 1,028; euro/yen +0,13% a JPY 128,60.

Riguardo alle materie prime, i commodities, i futures sul petrolio -1,44% a $55 al barile, quotazioni oro -0,59% a $1.196. (Na-Mt)