WALL STREET: CALMA PIATTA SUI ‘PROFIT WARNING’

14 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Mezz’ora dopo l’apertura delle contrattazioni sulla piazza di New York, i principali indici di borsa oscillano indecisi attorno alla soglia di parita’. Sui mercati sembra prevalere la cautela nonostante le notizie negative provenienti dal fronte degli utili.

Gli investitori sperano che il peggio sia ormai passato e hanno iniziato a puntare sui prezzi di occasione offerti da alcuni titoli.

Tra questi anche Applied Materials (AMAT – Nasdaq) che ha diffuso un ‘profit warning’ sugli utili relativi al secondo trimestre.

“La maggior parte di questi titoli hanno ormai registrato forti ribassi – dice Jay Finkel, un trader di Lord, Abbett & Co. – Ormai le cattive notizie non riescono piu’ a trascinarli in perdita”.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

Sul fronte macroeconomico, dopo l’intervento di Greenspan di fronte al Senato USA ieri, questa mattina il dipartimento del Commercio ha diffuso il dato sulle scorte di magazzino delle imprese in dicembre.

Nonostante le scorte siano cresciute in misura inferiore alle stime di Wall Street (+0,1% contro una prevsione di +0,2%), il mercato non ha avuto una reazione degna di nota.

Il dato mostra una fotografia vecchia del panorama economico americano, ma e’ importante per capire il comportamento delle societa’ rispetto al rallentamento registrato nell’economia.

Fino ad ora – e il dato di oggi lo conferma – le scorte di magazzino hanno continuato a crescere, anche se non al tasso allarmante normalmente associato alla recessione.

Tra i principali titoli in movimento in mattinata a Wall Street:

Nel settore delle infrastrutture di rete:

JDS Uniphase (JDSU – Nasdaq), il piu’ grande produttore di infrastrutture per reti in fibre ottiche del mondo, ha ridotto le stime sugli utili per il terzo trimestre 2001 ora che l’acquisizione di SDL, il secondo produttore mondiale del settore, e’ stata completata. Il titolo guadagna quasi lo 0,75%.
(Vedi JDS Uniphase: riduce stime utili dopo fusione SDL)

Nel settore informatico:

Microsoft (MSFT – Nasdaq) perde quasi l’1%. Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sta verificando se la quota che Microsoft possiede in Corel, un’altra software house, danneggi la concorrenza nel settore dei programmi per ufficio. Lo riporta il Wall Street Journal di oggi. Il Dipartimento sta anche investigando l’accordo stretto dalla societa’ di Bill Gates con Great Plains (GPSI – Nasdaq), ma in questo caso caso i dubbi sono minori, dato che le sovrapposizioni di mercato tra le due societa’ sono molto minori. Il titolo Great Plains perde oltre 1,25%.

Nel settore semiconduttori:

Applied Materials (AMAT – Nasdaq ) guadagnaoltre il 7%. Il produttore di componenti per chip ha chiuso il quarto trimestre con con utili pari a 66 centesimi per azione, appena oltre i 62 centesimi per azione previsti dagli analisti. Applied ha pero’ previsto per il primo trimestre 2001 utili per azione pari a 32-37 centesimi per azione, mentre le stime degli analisti indicavano utili pari a 49 centesimi per azione. La riduzione e’ stata giustificata con il rallentamento della domanda di componenti elettronici.

Nel settore abbigliamento:

Coldwater Creek (CWTR – Nasdaq), societa’ specializzata nella vendita di capi di abbigliamento classico, perde oltre il 50%. La societa’ ha comunicato nella tarda giornata di ieri che gli utili per azione del trimestre che termina a febbraio saranno di 4-7 centesimi, mentre gli analisti si attendevano utili pari a 66 centesimi per azione.