WALL STREET: BUONUMORE SULL’AZIONARIO

12 Maggio 2008, di Redazione Wall Street Italia

La settimana si e’ aperta col segno positivo per la borsa americana (controlla la performance in tempo reale). Il ritracciamento del greggio e alcune trimestrali migliori delle attese hanno sostenuto le incoraggianti prestazioni degli indici.

Wal-Mart (WMT) sta facendo registrare un’ottima prestazione, +1.45%; aggregandosi in questo modo al clima di fiducia generale, che caratterizza il comparto delle vendite al dettaglio. Il bond insurer MBIA (MBI), ha riportato in mattinata la quarta perdita consecutiva pari a $2.4 miliardi. L’istituzione ha subito tranquilizzato gli animi degli investitori, dichiarando di avere “abbondante liquidita’” per la copertura dei titoli. Il mercato ha infatti reagito con grande euforia, facendo schizzare il titolo del 7.10% a quota $10.10.

Nel comparto energetico, il petrolio tratta nuovamente in calo dopo essere schizzato ad un nuovo record di $126.40. Al momento i futures segnano un ribasso di $1.28 a $124.68. Tra i singoli titoli, Exxon Mobil (XOM) sale +0.59% a $89.32 mentre Chevron (CVX) perde lo 0.25% a $97.16.

Nell’hi-tech, la societa’ guidata da Steve Jobs, Apple(AAPL), avanza a quota $185.34, facendo registrare una performance di +1.82%. Le ragioni dell’andamento positivo del titolo sono riassunte nella visione di un analista di BMO Capital, che vede nella incalzante espansione del mercato dei telefoni cellulari e dei personal computer delle ottime opportunita’ per la societa’. Il broker ha anche incrementato il prezzo obiettivo della societa’ a $205.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Fino ad oggi il 62% delle societa’ facenti parte dell’indice S&P500 che hanno comunicato i risultati fiscali ha battuto le attese degli analisti. In mattinata l’azienda telecom Sprint Nextel (S) ha fatto meglio del consensus nonostante un calo dei ricavi. Bene anche il gruppo bancario HSBC Holding che ha riportato profitti in rialzo nel primo trimestre: la crescita del business nei mercati emergenti e’ stata piu’ che sufficiente a coprire le svalutazioni riportate nel mercato domestico. Il titolo avanza del 2.70%.

Alert dal corriere internazionale FedEx (FDX, +0.49% a $90.80). Venerdi’ scorso, nell’after hour, Fedex (cartina di tornasole dell’intera economia) aveva lanciato un allarme sugli utili del prossimo trimestre, rivedendo le stime da una forchetta di $1.60-1.80 ad un range di $1.45-1.50.

Sugli altri mercati, in lieve recupero i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 3.7640%. Sul valutario, il biglieto verde e’ in rialzo nei confronti dello yen ma sta cedendo terreno nei confronti dell’euro, in questo momento scambiato a quota 1.5528. Il Wall Street Journal ha pubblicato in mattinata un articolo da cui si evince che l’amministrazione Bush si sta impegnando a livello internazionale per permettere un rafforzamento del greenback.

parla di questo articolo nel Forum di WSI