WALL STREET: BUONO IL DATO MACRO MA INDICI PIATTI

di Redazione Wall Street Italia
6 Luglio 2005 16:13

Avvio di seduta contrastato per gli indici americani. Il Dow Jones cede lo 0.09% a 10362, l’S&P500 lo 0.10% a 1203 e il Nasdaq segna +0.15% a 2081. Dopo un’apertura fiacca, determinata ancora una volta dal caro petrolio, sui mercati continua a prevalere la moderazione nonostante il buon dato dal fronte economico sull’indice ISM non manifatturiero.

Nel mese di giugno, l’indice Ism che monitora l’andamento del comparto dei servizi negli Stati Uniti e’ salito a 62.2, in rialzo rispetto al mese precedente in cui si era attestato a quota 58.5. Il dato è superiore alle attese di mercato che prevedevano un valore del 58.9%. Ricordiamo che un dato superiore a 50 indica un’espansione del settore, mentre un dato inferiore indica una contrazione.

Continua a preoccupare, pero’, il petrolio, oggi tornato sopra i $60 al barile. Al momento, il contratto future con scadenza agosto viene scambiato a quota $60.45, in rialzo di 86 centesimi. Ricordiamo che a causa della festivita’ di inizio settimana, il dato sulle scorte non sara’ comunicato oggi ma domani.

Passando alla cronaca societaria, buone notizie per General Motors. Nel primo semestre, il colosso automobilistico ha riportato in Cina un record di vendite e si aspetta un’ulteriore crescita del 20% entro la fine dell’anno.

Commenti positivi sono stati espressi su Intel dalla banca d’affari UBS che ha alzato le stime sui risultati di bilancio del secondo trimestre. Al momento il titolo guadagna lo 0.75%.

Giudizi favorevoli anche per Motorola. Per gli analisti di JP Morgan, il titolo tratta a livelli relativamente bassi e al momento rappresenta un buon punto d’ingresso. Tra gli altri fattori, i buoni risultati ottenuti sul mercato europeo e americano e l’ottima qualita’ dei nuovi prodotti. MOT e’ in rialzo dell’1.40% a $18.77.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 10 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sono in rialzo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.09% contro il 4.11% della chiusura di martedi’. L’oro guadagna $1.40 a $425.30 all’oncia e l’euro viene scambiato a 1.1924 contro il dollaro.