WALL STREET:
VIA AL RALLY
FINO A FINE ANNO

14 Aprile 2003, di Redazione Wall Street Italia

Il mercato azionario Usa potrebbe aver toccato il minimo il mese scorso e starebbe per dare il via a un rally che durera’ fino alla fine dell’anno.

Lo dice Ralph Acampora, analista tecnico e “guru” riconosciuto di Prudential Securities in base a una serie di indicatori del mercato finanziario.

Nonostante cio’ Acampora ritiene che Wall Street stia ancora combattendo con un “long-term bear market”, cioe’ quello gli analisti definiscono un mercato orso “secolare”. Si tratta dell’immagine speculare di cio’ che costitui’ lo spettacolare rialzo di borsa degli Novanta.

“Credo che si potra’ avere un rally da qui alla fine dell’anno – ha spiegato Acampora – con un rialzo del 20, 25 o 30% degli indici Usa. Dopodiche’ ci sara’ un’altra correzione. Infatti abbiamo davvero molti problemi economici e problemi relativi agli utili delle aziende Usa”.

L’analista di Prudential ritiene un rialzo a breve ipotizzabile anche per via del cosiddetto “Ciclo Presidenziale”, una legge non scritta secondo cui gli operatori vedono un link tra l’andamento della borsa e le elezioni alla Casa Bianca.

Secondo lo Stock Trader’s Almanac non c’e’ mai stato un anno negativo a Wall Street nel terzo anno di mandato di un presidente Usa (e’ il caso di George W. Bush quest’anno) dal 1939, quando l’indice Dow Jones calo’ del 2,9%.

L’unico forte calo nel terzo anno di mandato presidenziale negli ultimi 84 anni fu il 1931. Ma c’era la Grande Depressione.

“Non credo che avremo un anno negativo nel 2003”, conferma Acampora. “Ritengo che gli indici romperanno al rialzo i massimi dell’agosto 2002 e da li’ avremo un rally”.

Per la cronaca i livelli da “rompere” sono: Dow Jones 9.077, S&P500 quota 965, e Nasdaq 1.426.

Tutti i dettagli di analisi tecnica riferiti a questo articolo sono riservati agli abbonati a INSIDER. Clicca su ANALYZE THIS, in INSIDER.