WALL STREET: BALZO IN AVANTI RECORD DEL NASDAQ

30 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Tutti i principali indici di borsa hanno accentuato sensibilmente i rialzi negli ultimi minuti di contrattazioni. Il Nasdaq arriva in chiusura con un rialzo vicino all’8%, l’incremento percentuale piu’ forte in assoluto nella storia dell’indice. In netta ripresa anche il volume di scambi.

Il Nasdaq ha chiuso a 3.459,44 (+7,94%), il Dow Jones ha chiuso a 10.527,13 (+2,21%), lo S&P 500 a 1.422,42 (+3,22%) e il Russell 2000 a 476,69 (+4,22%).

Dopo il lungo week-end del Memorial Day, la voglia degli investitori di rientrare in gioco si e’ fatta sentire dall’inizio della seduta.

I rialzi si sono accentuati nel corso della giornata sulla scia del settore tecnologico, particolarmente brillante dopo l’ultima correzione.

Gli ordini di acquisto si sono concentrati sui titoli di qualita’, ovvero di societa’ sicure con i conti in ordine, non piu’ in odore di sopravvalutazione dopo i ribassi delle scorse settimane.

A riaccendere gli entusiasmi per l’high-tech gli accordi di fusione e le alleanze strategiche strette nel comparto telefonico, con ripercussioni positive in tutto il settore Internet.

Il dato sulla fiducia dei consumatori – l’indice in aprile e’ balzato ai massimi storici toccando quota 144,4 – e’ stata un’ulteriore iniezione di fiducia per i mercati, che sembrano essersi gettati alle spalle i timori per un imminente rialzo dei tassi.

Il rischio di un’altra stretta sul costo del denaro in giugno non e’ affatto archiviato ma, se dopo sei aumenti consecutivi da parte della Federal Reserve, i consumatori americani vedono rosa sul futuro dell’economia, gli investitori devono aver pensato non sia il caso di fasciarsi la testa prima del tempo.

L’allentata tensione sul fronte della politica monetaria ha consentito all’indice delle Blue Chip, che comprende i titoli tradizionalmente piu’ sensibili alle variazioni sul costo del denaro, di volare in rialzo facendo scattare al New York Stock Exchange il blocco degli ordini automatici di acquisto.

Sui listini avanzano auto, trasporto aereo, chimico, telecomunicazioni, personal computer, semiconduttori,biotecnologie, tecnologie di rete, Internet, costruzioni e finanziari.

Maglia nera per farmaceutico, alimentare, tabacco e distribuzione, che cedono terreno in controtendenza all’andamento generale.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi sulla borsa di New York:

Nel settore dei prodotti di largo consumo, Unilever NV (UN) ha perso l’ 1,5%. Il colosso anglo-olandese ha fatto sapere di essere pronto a rilanciare l’offerta per l’acquisizione della concorrente Bestfoods (BFO) a $70 per azione. Il titolo Bestfoods ha segnato un rialzo superiore al 2,5%.(vedi articolo WSI delle 07:29)

Nel settore delle infrastrutture per le telecomunicazioni, Lucent Technologies (LU) e’ vicina a un accordo per l’acquisizione di Chromatis Networks per $5 miliardi. A fine giornata, il titolo Lucent ha guadagnato il 4%.(vedi articolo WSI delle 07:37)

Nel settore della telefonia mobile, NTT DoCoMo (NTDMY), la divisione di telefonia cellulare del monopolio giapponese delle telecomunicazioni, e’ prossima a chiudere le trattative per l’acquisizione del 20% di VoiceStream Wireless (VSTR)s per $4,68 miliardi. Il titolo VoiceStream ha guadagnato piu’ del 15%.(vedi articolo WSI delle 07:19)

Sempre nel settore della telefonia mobile, Vodafone AirTouch Plc (VOD) ha segnato alla chiusura delle contrattazioni un rialzo di poco superiore al 10%. La societa’ di telefonia cellulare piu grande al mondo, che ha chiuso l’anno fiscale con un utile di $156 milioni, dopo le forti perdite registrate l’anno precedente, e’ in trattative con France Telecom per la vendita di Orange per $40 miliardi.(vedi articolo WSI delle 09:20)

Qualcomm (QCOM) ha guadaganato piu’ del 14% nonostante China Unicom, il secondo operatore cinese, abbia deciso di non adottare la tecnologia CDMA del colosso americano per il suo sistema di telefonia mobile. (vedi articolo WSI delle 11:57)

Nel settore della telefonia locale, SBC Communications (SBC) ha guadagnato il 3,5% dopo aver stretto due accordi separati con Metromedia Fiber Networks (MNFX) e FPL FiberNet (FPL) per espandersi a livello nazionale nei servizi su banda larga. Metromedia ha registrato un rialzo del 17%, mentre FPL ha perso l’ 1,25%. (vedi articolo WSI delle 08:54)

Nel settore industriale, Sara Lee (SLE), il gruppo industriale che produce una gamma di prodotti che spazia dalla biancheria intima ai salumi, ha annunciato questa mattina che intende alleggerire le sue partecipazioni e concentrarsi sul settore alimentare e prodotti per la casa. Il titolo a fine giornata ha perso poco piu’ dello 0,5%.(vedi articolo WSI delle 10:07)

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York Stock Exchange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(AOL) America Online, Inc. 14,019,800 53.313 +4.813 +9.92%;

(T) AT&T Corp. 13,118,900 35.125 +0.625 +1.81%;

(GE) General Electric Company 11,827,000 51.313 +1.750 +3.53%;

(ODP) Office Depot, Inc. 9,821,700 6.938 -0.688 -9.02%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 9,775,900 26.500 +0.188 +0.71%;

(CDN) Cadence Design Systems, Inc. 8,854,400 16.125 +1.813 +12.66%;

(NOK) Nokia Corporation 7,987,700 51.688 +3.688 +7.68%;

(GM) General Motors Corporation 7,402,800 69.438 -1.000 -1.42%;

(VOD) Vodafone AirTouch Plc 7,988,500 46.250 +4.250 +10.12%;

(NT) Nortel Networks Corporation 7,851,400 55.375 +3.625 +7.00%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli più trattati al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(QCOM) QUALCOMM Incorporated 55,269,500 75.563 +9.500 +14.38%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 47,001,100 59.625 +4.688 +8.53%;

(DELL) Dell Computer Corporation 31,764,000 44.063 +1.688 +3.98%;

(MSFT) Microsoft Corporation 29,878,000 63.313 +1.875 +3.05%;

(COST) Costco Wholesale Corporation 27,538,700 32.375 +1.500 +4.86%;

(ERICY) Ericsson 22,604,500 21.000 +2.375 +12.75%;

(WCOM) WorldCom, Inc. 20,741,400 38.000 +0.813 +2.18%;

(INTC) Intel Corporation 18,323,800 125.250 +7.688 +6.54%;

(ORCL) Oracle Corporation 17,669,500 73.875 +6.875 +10.26%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 17,004,200 90.781 +10.281 +12.77%.