Wall Street, avvio di settimana a due velocità

26 Novembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Wall Street chiude contrastata dopo i guadagni incassati la scorsa settimana (la migliore da giugno). A fine seduta il Nasdaq ha guadagnato lo 0,3% a 2.977 punti. Segno meno invece per S&P 500 -0,22% a 1.406 punti, Dow Jones -0,33% a 12.967 punti.

Ad alimentare la prudenza, l’attesa sul cosiddetto “fiscal cliff”. I legislatori statunitensi si preparano ad avviare tre settimane di discussioni sul cosiddetto precipizio fiscale, mentre Oltreoceano il futuro della Grecia e’ appeso a un filo. Le controparti sembrano pronte a collaborare. Alcuni Repubblicani hanno detto di essere pronti a rompere una promessa fatta agli elettori circa l’impegno a non alzare le tasse. Anche il leader dei senatori Democratici Richard Durbin si e’ detto ottimista sull’accordo.

“Le trattative sul fiscal cliff saranno il focus principale di questa settimana – ha commentato in una intervista a Bloomberg Jim Reid, strategist presso Deutsche Bank, a Londra – Per avere un’idea dell’urgenza della soluzione del problema, ricordiamo che mancano solo 36 giorni al momento in cui il precipizio fiscale entrerà in azione mentre, ragionando in termini pratici, sono esattamente quattro le settimane (considerando i giorni di festa), in cui i democratici e i repubblicani dovranno trovare un accordo”.

Nel frattempo all’Eurogruppo in corso si allontana la probabilita’ sulla riduzione del debito greco del 50%: opzione che l’Fmi e la Bce reputano ormai inevitabile, ma che scatena forti dubbi e contrarietà a Berlino.

Arriva poi un’altra notizia dal fronte Usa: la Corte Suprema Usa ha annullato la sentenza di appello federale sulla riforma del sistema santiario del presidente Obama. Sotto i riflettori i titoli legati ai servizi sanitari.

Tra gli altri singoli titoli a Wall Street, si distingue in negativo DreamWorks Animation SKG, dopo il mancato successo al botteghino del film colossal “Rise of the Guardians”, che ha conquistato un misero quarto posto al suo debutto nelle sale di Usa e Canada durante il fine settimana del Thanksgiving.

Di tutt’altro tenore la prova di Knight Capital Group: una fonte a conoscenza della vicenda ha riferito a Bloomberg che il gruppo di investimenti si aspetta di ricevere una proposta di acquisto.

All’interno della sfera hi-tech, Yahoo! chiude a + 1% dopo che Goldman Sachs ha consigliato di acquistare i titoli. Buone notizie anche per Research in Motion (+2,7%), che a detta di alcuni analisti sono ben impostate per riconquistare i mercati. Tra gli altri titoli, Facebook ha guadagnato l’8,1%. Bernstein ha alzato il suo rating sul titolo del social network da “Market Perform” ad “Outperform”. ?

In ambito valutario, l’euro -0,07% a $1,2966; dollaro/yen -0,34% a JPY 82,13, euro/yen -0,35% a JPY 106,49.

Sul fronte delle commodities, commodities, i futures sul petrolio accelerano al ribasso con -0,99% a $87,41 al barile, mentre quotazioni oro -0,07% a 1.750,10 l’oncia. Quanto ai Treasuries, i rendimenti sul decennale si attestano in flessione all’1,647%.