WALL STREET: AVVIO DEBOLE, DELUDONO I DATI MACRO

di Redazione Wall Street Italia
27 Settembre 2005 16:11

Avvio debole per i mercati azionari, spinti al ribasso dagli aggiornamenti economici rivelatisi peggiori delle stime. Il Dow Jones cede lo 0.03% a 10445, l’S&P500 lo 0.15% a 1213, il Nasdaq arretra dello 0.16% a 2117.

A far scattare le vendite e’ stata la comunicazione dei dati sulla fiducia dei consumatori
e sul comparto immobiliare. Nel mese di settembre, la fiducia dei consumatori e’ scesa a 86.6 punti dai 103.6 di agosto. Si tratta del piu’ marcato calo dal 1990 e del livello piu’ basso dall’ottobre 2003. Le stime degli analisti erano per un calo a 95 punti. L’indicatore e’ stato guardato molto da vicino dagli operatori perche’ contiene informazioni relative al periodo caratterizzato dal disastro causato dall’uragano Katrina.

Si sono rivelate peggiori delle stime anche le vendita di case
esistenti di agosto. Il dato ha registrato una flessione del 9.9% a 1.24 milioni di unita’. Le previsioni degli economisti erano in media per un valore di 1.35 milioni di unita’.

Buone notizie arrivano pero’ dal comparto energetico. Dopo essere cresciuto nelle battute finali della seduta di lunedi’, in mattinata il greggio sta perdendo terreno. In questo momento il contratto future con scadenza novembre cede 37 centesimi a quota $65.45 al barile.

Sul fronte societario, sotto i riflettori i titoli delle compagnie petrolifere. La banca d’affari JP Morgan ha emesso un downgrade su Exxon Mobil da Overweight a Neutral; ha promosso, invece, Chevron alzandone il rating da Underweight a Overweight.

Sara’ interessante anche seguire l’andamento dei titoli farmaceutici Biogen Idec ed Elan Corp, dopo che le aziende hanno offerto maggiori dati sul Tysabri, il farmaco creato in partnership, oggetto di diverse polemiche perche’ ritenuto responsabile della morte di alcuni pazienti. Al momento sono entrambe in rialzo.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 10 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sono in rialzo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.27% contro il 4.30% della chiusura di lunedi’. L’oro cede $1.70 a $467.80 e l’euro viene scambiato a 1.2006 contro il dollaro.