WALL STREET: APRE POSITIVA, BENE L’HIGH TECH

26 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Apertura col segno piu’ per le borse USA, che beneficiano di un ritrovato ottimismo da parte degli investitori per le sorti dei titoli tecnologici.

Verificare in prima pagina aggiornamento indici in tempo reale.

Il mercato guarda con attenzione al Nasdaq, sui cui non sembrano pesare i ‘profit warning’ arrivati questa mattina dal comparto semiconduttori.

Il Nasdaq sembra ignorare anche le dichiarazioni di tono negativo rilasciate dall’amministratore delegato di Cisco System, John Chambers, in un’intervista al Financial Times.

Secondo Chambers la flessione dell’economia americana continuera’ “per almeno altri tre trimestri”.

Evidentemente i prezzi raggiunti da molti titoli tecnologici vengono adesso considerati appettibili da molti investitori, come sottolinea anche l’analista di Lehman Brothers, Joshep Rooney. “Molti titoli hanno raggiunto prezzi convenienti” commenta Rooney in una nota alla clientela.

Lehman Brothers ha inoltre annunciato un ribilanciamento del proprio portafoglio, portando l’investimento in titoli azionari dal 60% al 70%, a scapito dell’investimento in titoli obbligazionari e in valuta.

A sostenere le borse USA ci sono questa mattina anche le buone notizie arrivate dalle borse internazionali. A Tokio l’indice Nikkei ha chiuso la seduta in rialzo del 4,3% portandosi sopra quota 13.500 punti, soglia che persa lo scorso 2 febbraio.

Bene anche le borse europee, che beneficiano delle aspettative per un possibile taglio dei tassi di interesse da parte della Banca Centrale Europea, il cui direttivo si riunira’ giovedi’ a Francoforte. L’indice Dow Jones Euro Stoxx e’ in rialzo del 3,34%.