WALL STREET APRE DEBOLE, PESA ALLARME DI AMD

3 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Gli indici Usa danno avvio alle contrattazioni all’insegna dell’incertezza, nonostante il dato macroeconomico molto positivo relativo ai sussidi di disoccupazione, che sono scesi la settimana scorsa di 11.000 unita’ a quota 382.000.

La seduta odierna si presenta densa di appuntamenti macroeconomici. Alle 16:00 (le 10:00 ora di New York) saranno comunicati l’ISM servizi per il mese di giugno e gli ordini alle fabbriche di maggio. I mercati Usa nel frattempo guardano alle accuse contro gli analisti che potrebbero essere formulate dalla corte federale degli Stati Uniti.

La sfiducia degli investitori dopo i recenti scandali contabili ha continuato negli ultimi giorni a oscurare molti numeri economici che si sono rivelati al di sopra delle stime. Cio’ che spaventa i mercati, in questo momento, sono gli scheletri nell’armadio che altri big potrebbero nascondere. A tal proposito, si mette ancora in luce Xerox (XRX – Nyse), il colosso delle fotocopiatrici indagato per irregolarita’ contabili, la cui divisione indiana ha effettuato pagamenti impropri a funzionari governativi locali per per aggiudicarsi ordini e commesse.

Un segnale positivo proviene oggi dal dollaro che guadagna contro l’euro per il terzo giorno consecutivo.

Settori

Occhi puntati su quella che potra’ essere la performance odierna dei chip (SOX), dopo che il produttore di microchip Advanced Micro Devices (AMD – Nyse) ha tagliato le stime sul fatturato .

Sotto i riflettori il settore telecom (XTC ) e wireless (YLS ). Da segnalare che la societa’ di servizi di telecomunicazioni IDT corporation (IDT – Nyse) ha offerto $5 miliardi per tre divisioni di WordCom (WCOME – Nasdaq). Nel frattempo il casoWorldCom (WCOME – Nasdaq) continua a far discutere. Il revisore interno che ha scoperto la frode contabile ha infatti comunicato una versione dei fatti che contrasta con quella della societa’.

Notizie poco confortanti sul comparto automobilistico (DJ_ATO ), che potrebbe accusare la flessione di vendite di auto e furgoni a giugno .

Nel mirino delle vendite degli investitori potrebbe essere il comparto software (GSO ), dopo l’allarme sugli utili lanciato da I2 Technologies (ITWO – Nasdaq).

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER. Abbonati subito!