WALL STREET ACCENTUA I RIBASSI, NASDAQ -1%

12 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo un rally durato fino alla giornata di mercoledi’, gli indici dei mercati americani sembrano voler cambiare la rotta. Complici sia le prese di beneficio, sia i dati preliminari diffusi dall’Universita’ del Michigan sulla fiducia dei consumatori scesa in aprile a quota 87,8.

Il Dow Jones si trova sotto quota 10.000 punti, mentre il Nasdaq Composite accusa una flessione di circa l’1%.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

L’incidenza dei dati relativi al cosiddetto “Michigan Sentiment Index” va ad aggiungersi a quella proveniente da altri due dati diffusi questa mattina: da una parte l’indice dei prezzi alla produzione calato in marzo dello 0,1%, dall’altra le vendite al dettaglio che hanno registrato un calo dello 0,2%, entrambi al di sotto delle attese di Wall Street.

Secondo alcuni analisti, la contraddittorieta’ dei dati potrebbe costituire uno spunto per la Federal Reserve per un taglio del costo del denaro prima della riunione del 15 maggio.

Uno di questi e’ Bill Meehan, senior market analyst della Cantor Fitzgerald, secondo il quale la diffusione di dati che attestino un rallentamento dell’economia statunitense potrebbero spingere il presidente della Fed, Alan Greespan a tagliare anticipatamente i Fed Funds.

I mercati risentono anche della forte volatilita’ presente sui listini. Oggi e’ l’ultimo giorno di contrattazione della settimana in vista della chiusura di Wall Street di venerdi’ in occasione del Venerdi’ Santo (il mercato obbligazionario chiude oggi alle 14:00 ora di New York). Gli scambi riprenderanno lunedi’ 16 aprile.