Wall Street a nervi distesi, Dow sopra 11000: prima volta da maggio

8 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ seduta il mercato azionario americano arriva ben intonato, favorito dal deprezzamento del dollaro e dalle scommesse per un nuovo round di misure di quantitative easing da parte della Federal Reserve.

Cosi’ il Dow e’ riuscito a superare la soglia psicologica di 11000, evento che non capitava dal 3 maggio. Quest’anno il massimo livello toccato in chiusura e’ stato di 11205, il 26 aprile. Il paniere delle blue chip avanza di mezzo punto percentuale, un rialzo che gli permette di confermarsi sopra gli 11000 punti. Rialzi analoghi anche per Nasdaq e S&P.

Tra le blue chip, spiccano i guadagni di Alcoa. Dopo aver rivisto al rialzo le prospettive sulla domanda di alluminio, i titoli del gruppo fanno segnare un +6%. Anche Caterpillar si distingue in positivo, mentre la lettera si abbatte su Verizon e Kraft.

Technologici, tlc e utility cedono quota, i materiali di base e gli energetici scambiano in territorio positivo. Il dollaro arretra contro il basket delle principali rivali, mentre l’oro ha ripreso a correre.