WALL STREET A DUE MARCE VERSO LA CHIUSURA

20 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

L’ultima seduta di Wall Street prima delle festivita’ pasquali si avvia a conclusione con l’indice Dow Jones e il Nasdaq in direzioni opposte: l’indice delle Blue Chip guadagna circa 90 punti, altrettanti ne sta perdendo il tabellone elettronico.

(verificare aggiornamenti indici di borsa in prima pagina)

Nel settore farmaceutico continua l’ondata di vendite su Bristol Myers (MCD)che, dopo aver chiuso ieri in ribasso del 22%, cede oggi un altro 2,5%. La societa’ e’ stata costretta a fermare le pratiche per la commercializzazione di un nuovo farmaco contro l’ipertensione. Credit Suisse First Boston ha abbassato la stima di Bristol-Myers Squibb a “Hold” mentre Salomon Smith Barney ha attribuito un rating “neutrale”.

Gli investitori in genere hanno premiato le societa’ che si sono presentate ai mercati con risultati trimestrali superiori alle aspettative, fra queste:

McDonald’s (MCD), la piu’ grande catena di fast food al mondo, ha registrato un aumento del 12% degli utili per il primo trimestre ed ha aumentato di 1 miliardo di dollari il piano di riacquisto delle azioni. Il gigante degli hamburger ha riportato infatti 450,9 milioni di dollari, pari a 33 centesimi ad azione. Il titolo guadagna attualmente poco piu’ del 7%.(vedi storia WSI)

UPS (UPS), la prima societa’ di corrieri espresso al mondo, ha annunciato oggi di aver guadagnato nel primo trimestre 813 milioni di dollari, 67 centesimi ad azione, un aumento del 62 % rispetto ai 499 milioni di dollari dell’anno scorso. Il fatturato e’ passato da 6,33 a 7,2 miliardi di dollari e la societa’ ha registrato un aumento del volume delle consegne mondiali da una media di 12,4 a 13,1 milioni di colli al giorno. Il titolo e’ in rialzo di oltre il 6%.(vedi storia WSI)

Altri titoli in movimento quest’oggi a Wall Street:

Sempre nel settore farmaceutico, Schering-Plough (SGP) ha riportato un aumento del 17% degli utili del primo trimestre grazie alla crescita delle vendite dei farmaci antitumorali e antistaminici. I guadagni ammontano a 628 milioni di dollari, pari a 42 centesimi per azione, contro i 539 milioni di dollari dello stesso periodo dell’anno scorso, ma in linea con le previsioni degli analisti. Il titolo e’ in ribasso di poco meno di mezzo punto percentuale.(vedi storia WSI)

Nel settore informatico, Microsoft (MSFT) oscilla intorno alla parita’ in attesa dell’annuncio degli utili, atteso dopo la chiusura dei mercati. Le stime sono di 45 centesimi per azione, in rialzo del 17% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Sempre nel settore informatico, Apple Computer (AAPL) perede poc piu’ del 3% dopo l’annuncio di utili record a quota 88 centesimi per azione, in crescita di 84 centesimi rispetto all’anno scorso, e del prossimo frazionameno azionario. La societa’ ha registrato un aumento delle vendite del 27% grazie soprattutto alla forte richiesta per il nuovo PowerMac G4s.(vedi storia WSI)

Nel settore dei titoli Internet, Excite At Home (ATHM) perde piu’ dell’11% dopo l’annuncio di perdite per il primo trimestre superiori alle aspettative. Anche se inferiori a quelle di 5 anni fa, le perdite della societa’ ammontano a un centesimo per azione, nonostante le entrate siano salite a 138 milioni di dollari. Oggi, Warburg Dillon Read ha aumentato il rating di Excite At Home da “Buy” a “Strong Buy”.

Nel settore del business-to-business, Commerce One(CMRC) e’ in forte crescita con un rialzo superiore al 12% dopo che la societa’ ha annunciato perdite minore di quanto stimato dagli analisti. Commerce One ha registrato una perdita di 18 centesimi per azione ed introiti per 35 milioni – l’anno scorso gli introiti erano di 2,1 milioni di dollari. Il rating della societa’, inoltre, e’ stato aumentato da CIBC World Markets che lo ha portato da “Buy” a “Strong Buy”.

Il gigante di prodotti per l’igiene personale e di largo consumo Gillette (G) ha annunciato oggi che gli utili per il primo trimestre sono rimasti invariati, mentre i mercati si attendevano una recessione. Il titolo guadagna in questo momento l’1,18%. (vedi storia WSI).